Chicco Evani, il jolly del Milan di Sacchi

Chicco Evani, il jolly del Milan di Sacchi

Una vita in rossonero, fedelissimo del tecnico di Fusignano, poi alla Sampdoria nell'affare-Gullit. Infine un eccellente allenatore dell'Italia giovanile

Alessandro Ruta/Edipress

1 gennaio

  • Link copiato

Parlava poco, si notava meno, ma l'efficacia era indiscutibile. Alberico Evani, per il mondo intero "Chicco", ha attraversato con leggerezza 15 anni di calcio italiano, vincendo come uomo per tutti i ruoli nel Milan di Sacchi e poi alla Sampdoria. Nell'ultimo quindicennio però è stato fondamentale il suo lavoro con le giovanili sia rossonere che dell'Italia, fino a diventare assistente del commissario tecnico Roberto Mancini.

I Gol pesanti di Chicco Evani

Evani, nato l'1 gennaio del 1963 e soprannominato dai tifosi milanisti anche "Bubu" come l'orsetto amico di Yoghi dal volto sempre un po' malinconico, ha avuto il privilegio di risolvere due finali, o comunque due partite importantissime. Peraltro nel giro di pochi giorni, ne

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 2,99 € 4,50

Abbonati ora

Commenti