Kazimierz Deyna, il re del calcio polacco

Kazimierz Deyna, il re del calcio polacco

Fu protagonista assoluto con la sua Nazionale nel decennio 1968-78, portandola al successo nelle Olimpiadi del 1972 e al terzo posto ai Mondiali del 1974

Paolo Valenti/Edipress

23 ottobre

  • Link copiato

Il 3 settembre 1989 fu un giorno buio per il calcio mondiale, il giorno in cui il destino si prese l’ultimo respiro di Gaetano Scirea: un terribile incidente stradale avvenuto in Polonia, dove si era recato per visionare gli avversari della sua Juventus in Coppa Uefa, fu il momento conclusivo di una vita da vero campione del mondo, in campo e fuori. Di quella sciagura si ebbe notizia immediata, diversamente da quella che rimase più circoscritta relativa alla scomparsa, avvenuta due giorni prima, di Kazimierz Deyna, asso della nazionale polacca degli anni Settanta, che aveva terminato anch’egli anzitempo i suoi giorni sempre a causa di un brutale incidente stradale verificatosi sulle strade della California.
“Un destino uguale, una stessa verità… È troppo presto per and

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 2,99 € 4,50

Abbonati ora

Commenti