Monaco '72: 50 anni dal massacro alle Olimpiadi

Monaco '72: 50 anni dal massacro alle Olimpiadi

Un’organizzazione terroristica palestinese sulla cui natura politica ancora si dibatte, “Settembre Nero”, in quei giorni irruppe nella placida città tedesca marchiando col sangue la bandiera olimpica che lì sventolava dal 26 agosto

Francesca Lezzi/Edipress

5 settembre

  • Link copiato

Con i Giochi del ‘72 la Germania voleva cancellare il ricordo di quelli “nazisti” del ‘36: ora era un Paese democratico, teatro di una guerra pacifica fra popoli. L’ombra del passato aleggiava però ancora così tanto che le misure di sicurezza furono volutamente assai scarne.

In realtà una guerra era in corso, anche se fredda. Si infiammò nella finale di basket: tra scontri e proteste, l’URSS interruppe la striscia di 63 vittorie degli Stati Uniti alle Olimpiadi inaugurata proprio a Berlino ‘36.

Ma tra il 5 ed il 6 settembre alla Germania sembrò di ripiombare in un incubo. Una partita terribile che fece vittime di eventi molto più grandi dei loro uomini di sport: uccisi dal conflitto israelo-palestinese in terra tedesca.

Tutto ebbe inizio al Villaggio olimpic

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti