Spagna ’82, Ungheria-El Salvador 10-1: storia di una disfatta Mondiale

Spagna ’82, Ungheria-El Salvador 10-1: storia di una disfatta Mondiale

Goleada dei magiari ai salvadoregni, arrivati a disputare la gara in condizioni ai limiti del grottesco nel Mundial vinto dagli Azzurri di Bearzot

Alessio Abbruzzese/Edipress

15 giugno

  • Link copiato

L’esordio mondiale del 1982 di El Salvador rappresenta ancora, statistiche alla mano, la sconfitta più larga nella storia della Coppa del Mondo. In quel 15 giugno di 40 anni fa i centroamericani vennero sconfitti dall’Ungheria per 10 a 1, una débâcle senza precedenti, che però affonda le radici, più che nell’inettitudine dei giocatori in campo, in numerosi e diversi fattori che per un motivo o un altro marcarono negativamente la spedizione de La Selecta.

El Salvador, calcio e guerra

Iniziamo con una premessa che ai fini del nostro racconto potrebbe sembrare marginale, ma che non lo è affatto: El Salvador nel 1982 è un Paese dilaniato dalla guerra civile. Le forze governative e il Fronte Farabundo Martì per la Liberazione Nazionale si affron

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti