Amedeo Amadei, il centenario del "Fornaretto" di Roma, Inter e Napoli

Amedeo Amadei, il centenario del "Fornaretto" di Roma, Inter e Napoli

Il leggendario bomber di Frascati partì dal forno di famiglia per vestire maglie gloriose e segnare valanghe di gol. Fu il simbolo del primo scudetto giallorosso

Redazione Edipress

26 luglio 2021

  • Link copiato

Nella Capitale si è soliti definire ‘Ottavo Re’ quel calciatore che più di tutti gli altri sa conquistare le folle e l’anima dei tifosi giallorossi. Il primo, vero, Ottavo Re di Roma non è stato Francesco Totti, né Paulo Roberto Falcao. Dopo Tarquinio Prisco e Tarquinio il Superbo, viene lui: ‘Amedeo il Modesto’.

Frascati-Roma-Bergamo

 

Nato a Frascati il 26 luglio 1921, Amadei cresce a pane e calcio. Questa volta, però, non è un modo di dire. Il ragazzo cresce nel forno di famiglia e per fare il provino a Campo Testaccio non dice nulla al padre: prende la bici e pedala fino a Roma. Torna la sera e vede la sorella in piazza che esclama: «Papà è nero di rabbia, corri a

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti