Calciomercato: l'arrivo di Baggio a Bologna e l'invasione di Sestola

Calciomercato: l'arrivo di Baggio a Bologna e l'invasione di Sestola

Nell’estate del 1997 il presidente Gazzoni piazzò il colpo a sorpresa: l'approdo del Divin Codino mobilitò parte della tifoseria rossoblù verso l'Appennino emiliano 

Redazione Edipress

20 luglio 2021

  • Link copiato

Nell’estate del ’97, il presidente del Bologna Giuseppe Gazzoni Frascara ebbe una pensata geniale che diventò realtà: perché non andare a prendere Roberto Baggio? Tre anni prima, il Divin Codino aveva guidato la Nazionale di Sacchi fino alla finale del Mondiale americano persa ai rigori contro il Brasile, con l’errore di Baggio che mise fine al sogno. Ma il numero 10 era nel pieno della carriera, altro che giocatore finito: fino a poche settimane prima dell’interesse rossoblù giocava nel Milan, ma sentiva che era il momento di cambiare ancora. Aveva il cappellino in testa, nel giorno della conferenza stampa, e c’è una frase che i tifosi rossoblù ricordano come fosse ieri anche se sono passati oltre 20 anni: «Ho scelto Bologna». La città

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti