Formula 1

Formula 1, presentazione Gp Italia

© Getty Images

La Formula 1 sbarca a Monza per il Gp d'Italia, quattordicesima prova del Mondiale 2021. Diretta tv su Sky e TV8

Un appuntamento speciale, da sempre molto amato dai tifosi ma anche dagli stessi piloti. Dopo aver corso il secondo Gp stagionale (Gp del Made in Italy e dell’Emilia Romagna) a Imola lo scorso Aprile, la Formula 1 torna in Italia, e più precisamente a Monza. Una tappa, quella italiana, che al pari del Gp di Gran Bretagna è presente nel calendario mondiale fin dalla sua primissima edizione targata 1950 e che, se eccettuiamo l'edizione 1980 corsa ad Imola, si è sempre svolta a Monza.
Una tappa, quella in programma questo fine settimana sul circuito brianzolo, che riproporrà puntuale la lotta al vertice della Classifica Piloti tra l’eptacampione del mondo Lewis Hamilton (Mercedes) e Max Verstappen (Red Bull), con il pilota olandese che sfruttando la pista casalinga di Zandvoort è tornato in testa al Mondiale con tre punti di vantaggio proprio su Hamilton.

Sulla carta le caratteristiche del circuito rendono favorita d’obbligo la Mercedes, anche se il team campione del mondo starebbe valutando la possibilità di utilizzare la quarta power unit stagionale (con conseguente penalità di dieci posizioni in griglia per Hamilton e Bottas) alla luce di un componente che tenderebbe a cedere diverse volte sui propri motori.
In attesa di capire, quindi, se la Mercedes opterà o meno a Monza per il quarto motore stagionale, meglio non sottovalutare la Red Bull di Max Verstappen. Anche su una pista sulla carta non congeniale alla RB16B.

Per quanto riguarda la lotta per il terzo posto nella Classifica Costruttori, la McLaren avrà il vantaggio di poter contare sulla power unit Mercedes per cui potrebbe sicuramente essere tra i protagonisti, con Norris decisamente intenzionato a mettersi alle spalle la gara di Zandvoort chiusa in decima posizione, e con Ricciardo che a Monza si è sempre trovato molto bene, e che è desideroso di dare il suo contributo alla squadra.
Sulla carta la Ferrari (che quasi settant’anni fa, il 16 Settembre 1951, conquistò con Alberto Ascari la sua prima vittoria nel Gp d’Italia valida per il Mondiale di Formula 1) dovrebbe essere in difficoltà sui rettilinei per via dei problemi non ancora del tutto risolti sul fronte power unit, ma potrebbe avere una buona chance per quanto riguarda la trazione sopratutto nel secondo settore, quello più tecnico.

Sprint Qualifying: come cambia il format del weekend

Quello in programma questo fine settimana a Monza sarà il secondo Gp stagionale che vedrà l’utilizzo della Sprint Qualifying dopo l’esordio avvenuto lo scorso Luglio a Silverstone in occasione del Gp di Gran Bretagna.
Rispetto al weekend di gara tradizionale, il format con la Sprint Qualifying prevede nella giornata di Venerdì 10 Settembre la disputa di una sola sessione di prove libere (dalle 14:30 alle 15:30) atta a simulare la qualifica, che si svolgerà lo stesso giorno, dalle 18 alle 19. Chi avrà ottenuto il miglior tempo al termine delle qualifiche (disputate utilizzando a differenza del format tradizionale solo e unicamente gomme soft in Q1, Q2 e Q3) verrà eletto King Of The Speed, ricevendo come premio il consueto ruotino Pirelli che nel format tradizionale del weekend viene assegnato il sabato al pilota che ottiene la pole position. La griglia di partenza ottenuta al termine delle Qualifiche sarà quella al via della Sprint Qualifying del sabato pomeriggio.

Sabato 11 Settembre dalle 12 alle 13 si svolgerà la seconda sessione di Prove libere, in cui i piloti potranno simulare il passo gara, e di fatto propedeutica in vista della Sprint Qualifying, che si svolgerà nello stesso giorno dalle 16:30 alle 17 sulla durata di 100 Km (18 giri nel caso di Monza), e che determinerà la griglia di partenza della gara di domenica. Massima libertà nella scelta della gomme, non è obbligatorio fare una sosta per il cambio gomme (sarà a discrezione del team e/o del pilota). Solamente i primi tre classificati riceveranno dei punti per la Classifica Piloti: al vincitore spetteranno 3 punti, al secondo classificato 2, e infine al terzo classificato 1. Il vincitore della Sprint Qualifying oltre a conquistare la pole position verrà premiato con una ghirlanda, in onore alla storica corona di alloro, che per anni aveva caratterizzato la premiazione sul podio.

L’ordine di arrivo della Sprint Qualifying (per ulteriori info vi rimandiamo all'approfondimento realizzato lo scorso Luglio), come già detto, decreterà la griglia di partenza del Gp d’Italia vero e proprio che si correrà Domenica 12 Settembre con inizio alle ore 15. Le squadre potranno scegliere liberamente la mescola con cui disputare il primo stint di gara, ma dovranno tassativamente utilizzare nell’arco del Gran Premio due mescole differenti.

Mercato piloti: le ultime novità

Da sempre Monza rappresenta un po' il crocevia della stagione per quanto riguarda il mercato piloti, e anche quest’anno la tendenza non è cambiata. Ufficializzati tra Lunedì 6 e Martedì 7 Settembre il passaggio di Valtteri Bottas in Alfa Romeo e il ritorno in pianta stabile di George Russell in Mercedes dopo la sostituzione temporanea lo scorso anno di Lewis Hamilton causa Covid nel Gp del Sakhir, sempre nella giornata di Martedì 7 Settembre l’AlphaTauri ha comunicato la riconferma per il 2022 sia di Pierre Gasly, che di Yuki Tsunoda.

In casa Williams, il team di Grove ha ufficializzato chi sostituirà nel 2022 George Russell: si tratta di Alexander Albon, che, dopo un anno di panchina come terzo pilota Red Bull durante il quale ha corso nel DTM nel Team AlphaTauri AF Corse, nella prossima stagione tornerà quindi a correre nel Circus a tempo pieno. Determinante è stata la volontà della famiglia thailandese Yoovidhya (che detiene la metà del pacchetto azionario Red Bull, l’altrà metà appartiene al patron Dieter Mateschitz), che ha chiesto la presenza del pilota anglo-thailandese in Formula 1 il prossimo anno. Non potendo Red Bull assicurare la presenza di Albon all’interno delle sue squadre (Red Bull e Alpha Tauri) per via della riconferma dei rispettivi piloti titolari (Max Verstappen, Sergio Perez, Pierre Gasly e Yuki Tsunoda), ad Albon non è rimasto altro da fare che provare a proporsi ad altre squadre. Se la Williams si è dimostrata fin da subito interessata a lui, un veto da parte del Team Principal Mercedes Toto Wolff relativo all’appartenenza di Albon all’orbita Red Bull aveva rischiato di far saltare tutta l’operazione, andata poi a buon fine dopo la decisione del team austriaco di liberare il pilota anglo-thailandese, mantenendo però un’opzione futura sullo stesso Albon.

Livree speciali per Alfa Romeo e Aston Martin

Il Gp d’Italia vedrà Alfa Romeo e Aston Martin scendere in pista a Monza con una livrea differente rispetto al solito. La casa del Biscione in occasione della casa di casa (sebbene la monoposto venga sviluppata nella sede svizzera della Sauber a Hinwil) ha optato per una livrea tricolore a suggellare il legame tra la casa automobilistica (che per prima si aggiudicò nel 1950 il Mondiale Piloti con Nino Farina in quella storica stagione d’esordio della Formula 1) e il circuito di Monza.

Nel caso di Aston Martin, la modifica alla livrea è legata a motivi di merchandising per via dell’uscita a fine Settembre del nuovo film della saga di James Bond, dal titolo “No Time To Die”. Visto che anche in questa nuova avventura il celebre agente segreto (impersonato per l’ultima volta da Daniel Craig) potrà avvalersi della sua Aston Martin, sulla livrea della monoposto, ai box e anche nel paddock sarà presente il logo di 007.

Alfa Romeo: Kubica al posto di Raikkonen anche a Monza

Non ci sarà purtroppo il saluto del campione del mondo finlandese (l’ultimo nel 2007 a vincere il titolo mondiale con la Ferrari) ai tifosi del Cavallino a Monza. A causa, infatti, della recente positività al Covid (che lo aveva costretto a saltare tra sabato e domenica FP3, Qualifiche e Gara in Olanda per via di un tampone positivo), Kimi Raikkonen non potrà essere presente in pista per il weekend del Gp d’Italia. Pur non accusando sintomi in questi giorni, il pilota non è riuscito a risultare negativo ai due tamponi a cui era stato sottoposto. Per questo motivo, quindi, ad affiancare Antonio Giovinazzi per la gara in programma sul circuito brianzolo ci penserà Robert Kubica, che proprio a Monza nel 2006 ottenne con la BMW Sauber il suo primo podio in carriera nella massima serie motoristica.

Curva Parabolica intitolata a Michele Alboreto

Un appuntamento molto speciale per gli appassionati di Formula 1. Una volta conclusasi la Sprint Qualifying, sabato pomeriggio la curva più iconica di Monza, la Curva Parabolica verrà intitolata a Michele Alboreto in occasione del ventennale della sua scomparsa, avvenuta il 25 Aprile 2001 sul circuito del Lausitzring, mentre stava collaudando la Audi R8 Sport in vista della 24 Ore di Le Mans.
Michele Alboreto ha corso in Formula 1 dal 1981 al 1994 militando in Tyrrell (1981-1983, 1989), Ferrari (1984-1988), Arrows (1990), Footwork (1991-1992), Scuderia Italia (1993) e Minardi (1994), ottenendo due pole position (Gp Belgio 1984 e Gp Brasile 1985 con Ferrari) e ben cinque vittorie (Gp Las Vegas 1982 e Gp Usa Est 1983 con Tyrrell, Gp Belgio 1984, Gp Canada e Germania 1985 con Ferrari), sfiorando nel 1985 il titolo mondiale con la Ferrari.

L'albo d’oro

Fin dalla nascita del Mondiale di Formula 1 avvenuta nel 1950, il Gp d'Italia è sempre stato un appuntamento immancabile nel Calendario del Circus, al punto da essere l'unica gara assieme al Gp di Gran Bretagna ad essere sempre stata presente. 72, quindi, le edizioni del Gp d'Italia valide per il Mondiale (compresa quella in programma questo fine settimana), la cui quasi totalità si è sempre disputata a Monza, salvo l'edizione 1980 corsa ad Imola.

Per quanto riguarda l'albo d'oro, il pilota ad aver ottenuto il maggior numero di pole position è Lewis Hamilton (7), seguito da Juan Manuel Fangio ed Ayrton Senna, entrambi con 5 pole. Con 3 pole troviamo infine Jim Clark, John Surtees, Michael Schumacher, Juan Pablo Montoya e Sebastian Vettel. Tra i piloti attualmente in attività, da segnalare oltre alle 7 pole di Hamilton e le tre di Sebastian Vettel, anche le due pole di Kimi Raikkonen (2006 McLaren, 2018 Ferrari) e la pole conseguita da Charles Leclerc (2019 Ferrari)

I piloti plurivittoriosi del Gp d'Italia sono con 5 edizioni Michael Schumacher (1996, 1998, 2000, 2003 e 2006 con Ferrari) e Lewis Hamilton (2012 con McLaren, 2014, 2015, 2017 e 2018 con Mercedes). Per quanto riguarda i piloti attualmente iscritti al Mondiale, oltre alle 5 vittorie di Hamilton, dobbiamo registrare anche 3 vittorie per Sebastian Vettel ottenute partendo dalla pole position (2008 con Toro Rosso, 2011 e 2013 con Red Bull) e infine una vittoria per Charles Leclerc (2019 Ferrari), e Pierre Gasly (2020 Alpha Tauri).

Assetto della monoposto e gomme Pirelli in Italia

Il tempio della velocità. Così viene soprannominato il circuito di Monza per via delle altissime velocità di punta raggiungibili sia in rettilineo, sia nelle curve veloci quali le due Lesmo, e sopratutto la Parabolica, che porta i piloti verso il lungo rettilineo del traguardo. Per questi motivi è necessario che la power unit possa esprimere la massima potenza, restando aperta la farfalla per il 75% del giro, e che l'assetto possa essere il più scarico possibile (con minor carico aerodinamico sia sull'ala anteriore che su quella posteriore), permettendo così alla monoposto di poter essere la più veloce possibile in pieno rettilineo.
Attenzione, però: massima velocità vuol dire anche maggior carico aerodinamico (sia longitudinale, in accelerazione e in frenata, sia trasversale), e quindi maggiori possibilità di formazione di blistering sulle gomme. Per questi motivi la Pirelli ha portato a Monza anche quest'anno le mescole C2, C3 e C4. Per via della Sprint Qualifying cambia l’allocazione delle gomme: al posto dei consueti 13 set, saranno 12 i set su cui potranno contare i piloti. Nella fattispecie ogni pilota avrà a disposizione 6 set di gomme morbide C4, 4 set di gomme medie C3, e 2 set di gomme dure C2.

Copertura televisiva su Sky e TV8

Il Gp d'Italia verrà trasmesso in diretta pay da Sky e in chiaro su TV8.
Andando nello specifico, le due sessioni di prove libere (Venerdì 10 Settembre dalle 14:30 alle 15:30, e Sabato 11 Settembre dalle 12 alle 13) verranno trasmesse in diretta esclusiva su SKY SPORT F1 HD (canale 207 della piattaforma Sky per satellite e fibra) e su SKY SPORT UNO (canale 201 della piattaforma Sky per satellite e fibra; canale 482 (SD) e 472 (HD) del digitale terrestre).
Le Qualifiche (Venerdì 10 Settembre dalle 18 alle 19:15) verranno trasmesse in diretta esclusiva da SKY SPORT F1 HD e da SKY SPORT UNO, e in differita in chiaro su TV8 Sabato 11 Settembre dalle 14:15 alle 15:30.
Sprint Qualifying (Sabato 11 Settembre dalle 16:30 alle 17:15) e gara (Domenica 12 Settembre alle 15) verranno trasmesse in diretta pay su SKY SPORT F1 HD e su SKY SPORT UNO, e in chiaro da TV8.