Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Macedonia-Italia 2-3. Ventura: "Superficiali". Verratti: "Mi scuso per l'errore"

Redazione

10 ottobre 2016

  • Link copiato

Le dichiarazioni del dopo partita di Macedonia-Italia (2-3). Il Commissario Tecnico Giampiero Ventura può essere soddisfatto solo in minima parte:

Errori, inesperienza e superficialità: bisogna però avere pazienza per l'inserimento di giocatori nuovi e giovani. Per 10 minuti non siamo stati più una squadra, ma abbiamo avuto una grande risposta caratteriale. Questa reazione mi fa essere ottimista.

Ciro Immobile è stato il migliore in campo degli azzurri, realizzando la sua prima doppietta con l'Italia:

Nel secondo tempo siamo stati molli: il 2-1 ci ha scossi, ma dobbiamo imparare ad essere più svegli. La reazione che abbiamo avuto rappresenta la strada giusta per il futuro. Io titolare sicuro? No, ma un giocatore importante sì, grazie alla fiducia dello staff e dei compagni. Siamo pronti per continuare la corsa verso Russia 2018.

Ecco uno dei protagonisti meno brillanti della serata, Marco Verratti:

Abbiamo sofferto anche per il mio errore che ha innescato il loro vantaggio, hanno poi preso fiducia e ci hanno portato in confusione. Chiedo scusa per quel disimpegno: si sa che gli sbagli individuali possono cambiare l'inerzia di una partita. Siamo riusciti a riprendere in mano la gara e fortunatamente l'abbiamo portata a casa. Una vittoria meritata, sono felice per il risultato ma meno per il mio errore.

Andrea "Gallo" Belotti ha firmato la prima rete con la Nazionale maggiore, al debutto come titolare:

Sì, grande sofferenza contro una squadra difficile, tutta difesa e contropiede. Sono felice per il gol, maggiormente per la vittoria. Grande paura stasera, ma prova di carattere.

Con il suo ingresso in campo ha contribuito a riequilibrare il centrocampo. Microfono a Marco Parolo:

Le due reti ravvicinate ci hanno tolto certezze, poi abbiamo ripreso a giocare ma ci portiamo via una bella lezione: a livello internazionale bisogna stare sempre attenti e svegli, con tutti. Necessario analizzare cos'è successo oggi.

Impiegato in un ruolo non suo, Federico Bernardeschi ha vissuto una serata agrodolce:

Siamo riusciti a reagire da grande squadra coesa e di carattere, ma dobbiamo migliorare certi errori. Quando siamo andati in difficoltà loro hanno preso coraggio: comunque orgogliosi della rimonta. Vero: in alcuni frangenti non abbiamo coperto adeguatamente.

Chiude il capitano Gianluigi Buffon, alla presenza numero 165:

Una partita molto strana. Non siamo stati in grado di gestire il vantaggio in modo sapiente, concedendo troppo agli avversari. Di buono c'è il risultato e la reazione caratteriale, anche se a volte veniamo premiati oltre misura rispetto ai reali meriti. Ventura? Ha in mano la situazione, ci trasmette le sue idee di calcio. Siamo noi che con i nostri errori ci complichiamo le cose.

 
Fabio Ornano @fabio_ornano  

Condividi

  • Link copiato

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi