Altro

Inter-Bologna, la partita dello zio Bergomi

Inter-Bologna è la partita di Beppe Bergomi. Nell’annata 1981-82, quella antecedente il Mundial di Spagna, lo Zio realizzava ai rossoblù il primo centro nella massima serie: era l’ultima stagione alla Pinetina di Eugenio Bersellini e la Beneamata si classificò al quinto posto, festeggiando però la terza coccarda tricolore della Coppa Italia. Il primo campionato da titolare portò il diciottenne nerazzurro al vittorioso Mundial, dove marcò nella finalissima il futuro compagno di squadra Karl-Heinz Rummenigge. E sempre contro il Bologna, Bergomi chiuse la sua lunga esperienza nerazzurra, dopo aver vinto un campionato (lo scudetto dei record del 1989), una Coppa Italia (quella del 1982, appunto), una Supercoppa italiana e tre Coppe Uefa (un record: 1991, 1994 e 1998). Il congedo dello Zio arrivò nel 1998-99, dopo venti anni di militanza: era l’annata successiva al Mondiale d’Oltralpe. Fu una stagione amara, quella dei nerazzurri, rimasti fuori dall’Europa e con quattro allenatori diversi. Bergomi ha disputato l’ultima gara il 23 maggio ’99, con il Bologna ospite a San Siro. L’avversario al quale ha realizzato la prima rete in A, nella stagione della prima retrocessione della storia rossoblù. E forse era destino che i felsinei tornassero nella massima serie nella stagione 1988-89, quando l’Inter conquistò il tricolore dei record. Antonio Capotosto