Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Redazione

7 marzo 2012

  • Link copiato

Nulla di personale contro Luis Enrique. Anzi. Dietro ai modi burberi, talvolta persino scontrosi, si intravvede un allenatore stimolante, con idee valide e soprattutto non condizionabili dalla critica. Insomma, non sono tra coloro che lo liquidano come inadatto al nostro campionato o come un tecnico troppo acerbo per guidare la Roma. Si rifarà. Però bisognerebbe che il trattamento mediatico dei soggetti fosse più bilanciato e democratico, questo sì. Per quale motivo, meno di un anno fa, la piazza romana si liberò di Vincenzo Montella con tanta rapidità? Lo accusavano di essere troppo amico dei calciatori, in primis Totti, con cui aveva vinto lo scudetto. Ma non mi risulta che la risposta opposta, quella fornita Luis Enrique contro lo stesso capitano (vedi Europa League) e De Rossi (leggi B

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi