Gyorgy Sárosi: l’avvocato magiaro con il vizio del gol

Gyorgy Sárosi: l’avvocato magiaro con il vizio del gol

Nato il 16 settembre del 1912 e soprannominato “il dottore” per la sua laurea in giurisprudenza, ha vestito in carriera solo la maglia del Ferencvaros e quella della nazionale ungherese

Alessio Abbruzzese/Edipress

16 settembre

  • Link copiato

C’è stato un tempo ormai lontano, quasi dimenticato, agli albori di quel secolo breve che è stato il Novecento, in cui quel football inventato dagli inglesi cominciava a prendere piede in tutta Europa, durante il quale sorgevano le prime grandi potenze del calcio. L’Ungheria, anche molto prima della Squadra d’Oro, è stata una di queste: già dagli anni ’30 bastava nominare i magiari per incutere timore reverenziale negli avversari. Il 16 settembre di 110 anni fa nasceva uno dei giocatori ungheresi più forti di sempre, Gyorgy Sarosi.

I primi anni, gli studi e il calcio

Nato a Budapest, fin da giovanissimo dimostra di essere un vero e proprio talento. Il calcio però sta vivendo quella fase di trasformazione da gioco piacevole e molto praticato

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti