15 aprile 1992, quando il Torino di Mondonico sconfisse il Real Madrid

15 aprile 1992, quando il Torino di Mondonico sconfisse il Real Madrid

I granata superarono i Blancos in una partita che rimarrà per sempre nella memoria collettiva dei tifosi torinisti e non solo

Alessio Abbruzzese/Edipress

15 aprile

  • Link copiato

C’è stato un tempo in cui la sponda granata di Torino era abituata alle grandi imprese, al grande calcio e ai grandi campioni. Era il tempo andato del Grande Torino, quello di Bacigalupo, Rigamonti, di Gabetto e Mazzola, finito tragicamente in quel maledetto pomeriggio nebbioso di più di settant’anni fa. Eppure c’è stato un momento nel passato più recente in cui il colore granata è tornato prepotentemente a risplendere, a guadagnarsi la gloria imperitura della vittoria, attraverso un trionfo europeo che ha permesso ai ragazzi di Mondonico di entrare per sempre, e a buon diritto, nell’Olimpo degli eroi del Torino. Stiamo parlando ovviamente della semifinale di ritorno della Coppa Uefa contro il Real Madrid, disputatasi il 15 aprile del 1992. 

Mondonico contro i Blancos

Esattamente due settimane prima i ragazzi in maglia granata escono sconfitti per 2 a 1 dal Santiago Bernabéu, dopo una partita in cui avrebbero meritato sicuramente maggior fortuna. Per il ritorno lo Stadio Delle Alpi di Torino si veste a festa, esaurito in ogni ordine di posto dai tifosi granata, che ne fanno una vera e propria bolgia dantesca con sciarpe, bandiere e fumogeni. I Blancos arrivano nel capoluogo piemontese forti del risultato d’andata, di campioni del calibro di Hierro, Butragueno e Hagi, il Maradona dei Carpazi. Inutile sottolineare come il blasone della squadra spagnola possa incutere timore in qualsiasi avversario, figuriamoci ad una squadra non più abituata da anni al lustro dei palcoscenici europei.  

Il trionfo del Toro contro il Real Madrid

Il Toro però scende in campo senza paura e si riversa da subito nella metà campo avversaria, sospinto in maniera decisiva dai 60.000 del Delle Alpi. Dopo appena 7’ minuti riesce ad andare in vantaggio, grazie alla sfortunata deviazione di Rocha, che intercetta una palla in area e la fa finire in fondo alla propria rete. Lo stadio esplode, e i ragazzi di Mondonico iniziano a crederci sul serio: per tutta la prima frazione i temibili Blancos non si fanno vedere dalle parti di Cravero e Marchegiani, cercando anzi di contenere le scorribande offensive dei granata. A poco meno di 15 minuti dal termine arriva il colpo del raddoppio: Lentini galoppa sulla sinistra, salta l’uomo e mette al centro una palla perfetta dove si precipita Fusi che di destro insacca alle spalle di Paco Buyo. È estasi granata, il pubblico del Delle Alpi non crede a quello che sta vedendo. Il Real Madrid fatica a rispondere, l’estro dei suoi campioni viene imbrigliato dalla ragnatela di Mondonico, che porta così a casa la vittoria. Il Toro va in finale, la squadra, i tifosi e una città intera si abbandonano ai festeggiamenti.

Torino-Real Madrid 2-0 del 15 aprile 1992: il tabellino

TORINO: Marchegiani, Bruno, Mussi (43st Sordo), Fusi, Annoni, Cravero, Scifo, Lentini, Casagrande (32st Benedetti), Martin Vazquez, Venturin. A DISP.: Di Fusco, Cois, Vieri. ALL.: Mondonico.

REAL MADRID: Buyo, Chendo, Lasa (22st Luis Enrique), Rocha, Maqueda, Milla, Butragueno, Michel, Hierro, Hagi, Llorente. A DISP.: Tendillo, Jaro, Villaroja, Gordillo. ALL: Beenhakker.

ARBITRO: Galler (Svizzera). MARCATORI: 7aut. Rocha, 31st Fusi. 

Condividi

  • Link copiato

Commenti