Angelo Schiavio: dal Bologna al tetto Mondiale

Angelo Schiavio: dal Bologna al tetto Mondiale

Miglior marcatore di tutti i tempi nella storia rossoblù, con cui vinse quattro scudetti, centravanti della formazione che "tremare il mondo fa", il suo gol alla Cecoslovacchia permise agli Azzurri di Vittorio Pozzo di laurearsi campioni del mondo nel 1934

Redazione Edipress

30 marzo 2021

  • Link copiato

Roma, 10 giugno 1934, Stadio del Partito Nazionale Fascista: è da questa data che è bello cominciare a raccontare la figura di Angelo Schiavio, miglior marcatore di tutti i tempi nella storia del Bologna, gloriosa figura non solo dei rossoblù, unica squadra di cui vestì i colori nella nostra massima divisione, ma anche della nazionale italiana, di cui faceva parte ai Mondiali del 1934. Edizione importante non solo perché era la prima alla quale partecipavano gli Azzurri, ma anche perché, essendo l’Italia il paese organizzatore, portava con sé l’interesse politico del governo di Mussolini ad arrivare alla vittoria per fini propagandistici. 

Ai Mondiali del '34

In uno stadio pieno

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti