Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

F1 Canada: Verstappen, Sainz e il duello per la vittoria

F1 Canada: Verstappen, Sainz e il duello per la vittoria

Max Verstappen su Red Bull si aggiudica il Gp del Canada al termine di un intenso duello negli ultimi giri con Carlos Sainz Jr (Ferrari). Terzo Hamilton (Mercedes) davanti al compagno di squadra Russell e alla Ferrari di Charles Leclerc

  • Link copiato

La vittoria di Verstappen e il ritiro di Perez

© Oracle Red Bull Racing via Twitter

La sesta vittoria stagionale, la prima sul circuito di Montreal. Max Verstappen conquista il Gp del Canada al termine di una gara piena di colpi di scena. Mantenuta la testa della corsa al via della gara, nel corso del 10° giro il campione olandese approfitta della Virtual Safety Car adottata dalla Direzione Gara per rimuovere la RB18 di Sergio Perez per anticipare la sosta, approfittando dei tempi ridotti previsti in regime di Safety Car e di Virtual Safety Car. Quando Sainz si ferma nel corso del 21° Giro per fare la sua prima sosta passando da gomme medie a gomme dure, Verstappen torna in testa alla gara, ma con gomme più vecchie di 11 giri rispetto al pilota spagnolo della Ferrari, il quale comincia man mano a guadagnare, portando il gap tra i due dai 10 secondi del 21° Giro ai 6.5 secondi del 41° Giro. In casa Red Bull si opta subito per la seconda sosta, con Verstappen che con gomma dura nuova oltre a superare Hamilton nel corso del 44° Giro, comincia sempre più ad avvicinarsi a Sainz, portando il distacco a 7.7 secondi nel corso del 48° giro.

L’impatto dell’Alpha Tauri di Yuki Tsunoda contro le barriere in curva 2 uscendo dai box obbliga la Direzione Gara a mandare in pista la Safety Car, con la Ferrari che approfitta dell’occasione per far compiere a Sainz la seconda sosta, montandogli un set di gomme dure nuovo.
Con gomma nuova per entrambi, una volta che al termine del 54° Giro la Safety Car torna ai box, inizia una nuova gara che vedrà Sainz provare costantemente giro dopo giro a superare Verstappen sfruttando il DRS senza però riuscirci: se il pilota spagnolo costantemente risulterà essere leggermente più veloce dell’olandese nel secondo e sopratutto nel terzo settore potendo sfruttare l’ala mobile, è nel primo settore che la RB18 risulta essere più efficiente, trovando quei millesimi di vantaggio difesi poi con la grinta del campione nel secondo e nel terzo settore. A tutto questo bisogna poi aggiungere il fatto che negli ultimi giri di gara Verstappen si è trovato impossibilitato a comunicare con la squadra via radio, con il pilota olandese che poteva ascoltare il suo team, ma non viceversa. Con il senno di poi un problema relativamente di poco conto, che probabilmente ha portato Verstappen a concentrarsi ancora di più nel duello con Sainz.

In una domenica caratterizzata dalla vittoria di Verstappen, la Red Bull deve anche registrare il ritiro in gara di Sergio Perez, avvenuto nel corso del nono giro, per un problema tecnico occorso alla sua RB18. Se via radio il pilota messicano ha parlato di un problema alla power unit, ascoltando il sonoro della sua monoposto al momento di procedere lentamente, la sensazione era quella di un problema di matrice idraulica.

Per visualizzare correttamente i tweet ricaricare la pagina. 

Condividi

  • Link copiato

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi