Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

F1 Monaco: Sergio Perez e la prima vittoria a Montecarlo© Getty Images

F1 Monaco: Sergio Perez e la prima vittoria a Montecarlo

Il pilota messicano della Red Bull conquista il Gp di Monaco davanti a Carlos Sainz Jr (Ferrari) e al compagno di squadra Max Verstappen. Solo quarto Leclerc, penalizzato da un errore strategico Ferrari

Una gara pazza, condizionata dal maltempo (ed iniziata con poco più di un’ora di ritardo), ma anche dalle scelte strategiche. A conquistare il Gp di Monaco è la Red Bull di Sergio Perez, davanti in tutto il weekend al compagno di squadra (e campione del mondo) Max Verstappen, giunto terzo. In seconda e quarta posizione troviamo le due Ferrari rispettivamente di Carlos Sainz Jr, e di Charles Leclerc, con il pilota monegasco pesantemente penalizzato nella gara di casa da un errore strategico piuttosto importante da parte della scuderia di Maranello, che lo ha privato di una vittoria assolutamente meritata per quanto visto nel primo stint di gara, che lo aveva visto davanti a tutti con un vantaggio di circa cinque-sei secondi sulla Red Bull del pilota messicano, poi vincitore della gara.

Il risultato del Gp di Monaco è stato per circa un paio d’ore in discussione, alla luce della protesta ufficiale della Ferrari per il presunto mancato rispetto della linea gialla da parte delle Red Bull di Max Verstappen e di Sergio Perez in uscita dai box dopo la doppia sosta fatta nel corso del 23° giro in violazione sia delle note del Direttore di Gara (secondo cui un pilota che esce dalla pitlane dopo aver effettuato la sosta deve rimanere alla destra della linea gialla al momento di rientrare in pista), sia del Codice Sportivo Internazionale. Dopo aver ascoltato entrambe le squadre la Direzione Gara ha deciso di assolvere entrambe le Red Bull (e in particolare quella di Verstappen) perché nel caso del pilota olandese solo una parte della gomma (e non tutto lo pneumatico) si trovava alla sinistra della linea gialla. Una decisione che non mancherà di far discutere.

Positive anche le gare di George Russell (quinto) su Mercedes e di Lando Norris (sesto) su McLaren, mentre alle spalle di Fernando Alonso (settimo a bordo di un’Alpine che nella seconda parte di gara ha accusato un surriscaldamento del motore Renault) troviamo in ottava posizione Lewis Hamilton, autore di una gara piuttosto anonima. A punti troviamo anche l’Alfa Romeo di Valtteri Bottas (nono), autore di una gara regolare, senza alti né bassi, e l’Aston Martin di Sebastian Vettel (decimo), con entrambi i piloti che hanno approfittato della penalizzazione di cinque secondi inflitta all’Alpine di Esteban Ocon per aver causato un contatto con la Mercedes di Lewis Hamilton.

Grande paura per Mick Schumacher, autore di un brutto incidente all’altezza della variante delle Piscine: il giovane figlio d’arte per fortuna sta bene, ma desta profonda preoccupazione il modo in cui la sua Haas si è spezzata in due una volta andata ad impattare contro le barriere.

1 di 6

Avanti

Condividi

  • Link copiato

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi