Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Leclerc, Sainz e la prima fila Ferrari a Miami© F1 Twitter

Leclerc, Sainz e la prima fila Ferrari a Miami

Il pilota monegasco conquista a Miami la terza pole stagionale (la dodicesima in carriera) davanti a Sainz. Terzo Verstappen, seguito da Perez e da Bottas. Sesto Hamilton, solo dodicesimo Russell

Una prova di forza. Su quella che sulla carta poteva essere una pista a favore della Red Bull, a brillare sul giro secco nell’ultimo tentativo lanciato è invece la Ferrari, che conquista l’intera prima fila del Gp di Miami grazie alla pole position di Charles Leclerc e al secondo posto di Carlos Sainz Jr. In seconda fila troviamo le due Red Bull di Max Verstappen (autore di un errore in curva 5 nell’ultimo tentativo lanciato, costatogli quasi sicuramente la pole, fino a quel momento nelle sue mani) e Sergio Perez, che in gara potranno sfruttare la loro maggiore velocità di punta per provare a sovvertire il verdetto delle qualifiche, facendo però al contempo attenzione all’affidabilità, dopo i problemi di surriscaldamento che hanno portato sulla monoposto di Verstappen alla sostituzione del cambio in FP1 e a un principio d’incendio dell’impianto frenante in FP2. Problemi al momento superati, ma che in gara dovranno comunque essere monitorati con una certa attenzione.
Molto bene Valtteri Bottas, che con il quinto posto in griglia regala all’Alfa Romeo il miglior risultato in qualifica dal Gp di Germania 2019 (corso ad Hockenheim) ad oggi, al pari di Lewis Hamilton (sesto), capace di fare la differenza quando si fa sul serio, con una W13 apparsa in miglioramento rispetto alle gare precedenti, ma ancora alle prese con il problema porpoising. Incomprensibile il dodicesimo posto di George Russell, autore fino a quel momento di un ottimo weekend che lo aveva visto nella giornata di venerdì chiudere in testa al termine della FP2 e stare sostanzialmente davanti al più esperto Hamilton, e che stranamente non è sceso in pista per fare un ultimo tentativo lanciato, venendo così eliminato in Q2: errore strategico (simil Ferrari con Leclerc nel Gp di Monaco 2019 nel passaggio da Q1 a Q2) costatogli il passaggio in Q3?

1 di 5

Avanti

Condividi

  • Link copiato

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi