Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Formula 1, presentazione Gp Emilia Romagna© Getty Images

Formula 1, presentazione Gp Emilia Romagna

La Formula 1 sbarca ad Imola per il Gp del Made in Italy e dell’Emilia Romagna, quarta tappa (nonché prima europea) del Mondiale 2022. Diretta tv su SKY e TV8

Una gara speciale. Il Gp del Made in Italy e dell’Emilia Romagna (quarta prova del Mondiale 2022 di Formula 1) non è solamente la prima tappa europea del Circus, ma, oltre a vedere la disputa della prima gara Sprint stagionale, rappresenta la prima delle gare in calendario che si correranno nel nostro Paese. Se a questo aggiungiamo il grande momento di forma della Ferrari, vincitrice con Charles Leclerc di due delle prime tre gare, ecco perché il Gp che si svolgerà questo fine settimana ad Imola avrà un sapore davvero speciale, unico, con il pubblico che dopo due anni per via della pandemia potrà finalmente assiepare le tribune (e non solo) del circuito del Santerno intitolato ad Enzo e Dino Ferrari.

Tanta è dunque l’attesa per questo quarto appuntamento del Mondiale, con la Ferrari chiamata quindi a confermare dinanzi al proprio pubblico quanto di buono fatto nelle prime gare extraeuropee potendo contare su un Leclerc in assoluto stato di grazia e su un Sainz forte del rinnovo contrattuale fino a fine 2024, e voglioso di mettersi alle spalle tutti i problemi accusati in Australia tra qualifiche e inizio gara, culminati poi nel ritiro avvenuto nel corso del secondo giro.
Anche la Red Bull è chiamata a dare una risposta dopo i problemi legati all’affidabilità che l’hanno vista ritirarsi due volte nelle prime tre gare su una pista che sulla carta sembrerebbe essere più favorevole alla Ferrari, ma dove la scuderia di Milton Keynes ha già trionfato lo scorso anno con Max Verstappen al termine di una gara caratterizzata al via da un contatto tra il campione olandese e Lewis Hamilton.
Anche in casa Mercedes la gara di Imola rappresenta una sorta di primo esame dopo le prime tre gare in cui non è stato possibile valutare a pieno il valore reale della W13, una monoposto capace di soffrire profondamente di porpoising, ma al contempo particolarmente affidabile. Caratteristica, questa, che ha consentito a George Russell e all’eptacampione del mondo Lewis Hamilton di approfittare al massimo delle battute d’arresto della Red Bull causa affidabilità per ottimizzare i punti sia in Classifica Piloti che in Classifica Costruttori.

Ecco, quindi, che ad indirizzare l’esito del Gp del Made in Italy e dell’Emilia Romagna sarà il meteo, con le previsioni che negli ultimi giorni hanno presentato non poche variazioni, l’ultima delle quali indica per venerdì e per domenica forti possibilità di pioggia, e per sabato possibilità di pista asciutta. Considerando che salvo Ferrari e McLaren con le full wet gli altri team non hanno partecipato seriamente alla simulazione di pista bagnata avvenuta nell’ultima mezza giornata della prima sessione di test precampionato di Barcellona, ecco quindi che sarà proprio la pista di Imola a mostrarci quale potrà essere le reale competitività delle squadre in condizione di pista bagnata.

1 di 7

Avanti

Condividi

  • Link copiato

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi