Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

F1 Australia: Leclerc e la seconda pole position stagionale© Getty Images

F1 Australia: Leclerc e la seconda pole position stagionale

Il pilota monegasco conquista la pole position del Gp d’Australia davanti alle Red Bull di Max Verstappen e di Sergio Perez

L’acuto del campione. Sulla pista dell’Albert Park di Melbourne (il cui rinnovato layout avrebbe dovuto favorire la Red Bull) a conquistare la pole position del Gp d’Australia è invece la Ferrari grazie a Charles Leclerc (alla seconda pole stagionale, l’undicesima in carriera). Il pilota monegasco (messo sotto investigazione per un presunto giro di rientro troppo lento in Q2, e successivamente assolto dalla Direzione Gara) ha preceduto le due Red Bull di Max Verstappen e di Sergio Perez, staccate rispettivamente di 286 e di 372 millesimi in una sessione di qualifica che ha visto concludere in nona posizione Carlos Sainz Jr, pesantemente penalizzato (come vedremo) sia da una bandiera rossa, sia da un problema tecnico che non ha consentito al pilota spagnolo della Ferrari di riscaldare correttamente le gomme, finendo così con il compiere alcuni errori nel giro decisivo.

In ripresa rispetto alle prime gare di campionato la McLaren, con Lando Norris quarto e l’idolo di casa Daniel Ricciardo settimo. Occasione mancata in casa Alpine, con Fernando Alonso a muro nel primo tentativo del Q3: il pilota asturiano sia in FP3 che in Q1 e Q2 aveva dimostrato di trovarsi molto bene con la sua monoposto sulla pista dell’Albert Park facendo segnare peraltro il miglior tempo nel secondo settore, e quasi sicuramente avrebbe potuto lottare per una seconda-terza fila dello schieramento se un problema idraulico non lo avesse mandato a muro. Quinta e sesta posizione per la Mercedes con Hamilton davanti a Russell al termine di una sessione che ha visto l’eptacampione del mondo tirare fuori la zampata decisiva solamente nell’ultimo tentativo, con una W13 che ha evidenziato tantissimo bumping per via della decisione della squadra di abbassare il fondo della monoposto.

Esordio stagionale da dimenticare per Sebastian Vettel, al rientro dopo aver saltato le prime due gare per via della positività al Covid: dopo essere andato a muro nel corso della FP3, il campione tedesco si deve accontentare del 18° posto, in una qualifica che ha visto il suo compagno di squadra Lance Stroll protagonista di un incidente con la Williams di Nicholas Latifi che si poteva chiaramente evitare, e che la Direzione Gara ha punito con una penalità di tre posizioni in griglia. Non avendo però realizzato in precedenza alcun tempo cronometrato, l’Aston Martin ha chiesto e ottenuto di far partecipare alla gara Stroll facendolo partire dall’ultima fila.

1 di 7

Avanti

Condividi

  • Link copiato

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi