Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

L'ultima Eredivisie di Frenkie de Jong© Getty Images

L'ultima Eredivisie di Frenkie de Jong

Dopo il suicidio nelle semifinali di Champions League l'Ajax ha conquistato un titolo olandese che gli mancava dal 2014. Un campionato che sarà ricordato come l'ultimo dei suoi giovani fenomeni tutti insieme...

Stefano Olivari

17 maggio 2019

  • Link copiato

L’Ajax è diventato campione d’Olanda a pochi giorni dal suicidio in Champions League contro il Tottenham. Per vincere questo titolo la squadra di Amsterdam ha dovuto battere in trasferta il De Graafschap all’ultima giornata, in una partita che ha avuto anche momenti di tensione, terminando a pari punti con il PSV Eindhoven ma superandolo grazie a una clamorosa differenza reti: alla fine più 87 contro il più 72 del PSV, con 119 gol segnati che significano esattamente 3,5 gol a partita. Tantissimo, anche per gli standard dell’Eredivisie. Si chiude quindi con questo trionfo l’era di Frenkie de Jong, iniziata 4 anni fa con il suo acquisto dal Willem II per un milione di euro e conclusa con il suo passaggio al Barcellona per 75 (di cui 7,5, il 10%, andranno proprio al Willem II secondo gli a

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi