Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Il terzo anno di Mourinho© Getty Images

Il terzo anno di Mourinho

Il Manchester United non sta giocando male, ma è una squadra senz'anima e con un allenatore che fatica a nascondere il disgusto per i suoi giocatori. Che la quota del suo esonero scendesse sotto la pari era scontato...

Stefano Olivari

28 agosto 2018

  • Link copiato

Esiste un solo giocatore del Manchester United attuale che sarebbe titolare non diciamo nel Real Madrid, ma nella Juventus? Dopo il disastro dell’Old Trafford contro il Tottenham, con il risultato però nettamente peggiore del gioco espresso e delle occasioni create, José Mourinho avrebbe la risposta pronta. E per la verità ce l’ha da settimane, ritenendo che il mercato estivo non abbia ridotto le distanze con il Manchester City di Guardiola. Certo è che le quote per il suo esonero prima di Natale sono pericolosamente scese sotto la pari e che il problema della squadra è sì tecnico, ma soprattutto psicologico. Non tutti sembrano remare dalla stessa parte, a partire da un Pogba che dopo la parentesi mondiale è tornato il giocatore supponente di tutta la sua avventura in Premier League.

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi