Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Renato Gaúcho, l'eroe del Gremio

Renato Gaúcho, l'eroe del Gremio

La squadra allenata dall'ex giocatore della Roma ha conquistato la Copa Libertadores in finale sul Lanus, trofeo che Renato con il Gremio aveva già alzato da giocatore...

Stefano Olivari

30 novembre 2017

  • Link copiato

L’immagine che abbiamo di Renato Portaluppi, in Brasile noto a tutti come Renato Gaúcho, è sempre quella del trascinante viveur che nell’estate 1988 arrivò dal Flamengo alla Roma di Viola pagato 3 miliardi di lire, rilasciando memorabili interviste (al Guerino dichiarò che non gli piaceva usare il preservativo) ma lasciando sul campo tracce inferiori a quelle che la sua classe gli avrebbe consentito. Un po’ come il connazionale Andrade, anche lui dal Flamengo e anche lui ottimo giocatore, di sicuro un po’ usurato (terzo straniero era Rudi Völler). Invece dopo che il suo Gremio ha conquistato la Copa Libertadores nella casa del Lanus, la Fortaleza, 2-1 dopo la vittoria 1-0 a Porto Alegre, è diventato il primo brasiliano

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi