Altro

Lotito, la verità in una telefonata

Claudio Lotito non è l'uomo più potente del calcio italiano, anche se al suo ego piace che i giornalisti lo dicano. Certo è che del potere calcistico è il braccio violento e più visibile, come confermato dallo scoop di Repubblica che ha pubblicato il testo di una sua telefonata dello scorso 28 gennaio con Pino Iodice, direttore generale dell'Ischia, il quale ha registrato tutto e lo ha passato al giornale. Ma cosa importa a Lotito dell'Ischia? Ovviamente niente. Però il club campano è uno dei club di LegaPro più critici nei confronti della gestione Macalli, una delle colonne della presidenza Tavecchio. Nel corso della telefonata Lotito dice che Beretta in lega conta zero, che Macalli in ogni caso è politicamente finito, che avere in serie A realtà come Carpi (testuale: "Il Carpi non può salire"), Latina o Frosinone sarebbe una sciagura per la vendita dei diritti televisivi. Tutte cose vere al 100%, ma che un consigliere federale può dire soltanto in privato. Per questo la pubblicazione di questa telefonata in fondo a Lotito non è dispiaciuta. Twitter @StefanoOlivari