Enzo Scaini, il “Gigante buono” e sfortunato del Vicenza

Enzo Scaini, il “Gigante buono” e sfortunato del Vicenza

Friulano, classe 1955, vestì tra le altre anche le maglie di Monza, Verona e Perugia. Morì tragicamente a Roma dopo un’operazione al ginocchio all’età di 27 anni 

Alessandro Lancellotti/Edipress

21 gennaio

  • Link copiato

Enzo Scaini nacque a Varmo in provincia di Udine il 13 settembre 1955. Cominciò a tirare i primi calci al pallone in Friuli con la squadra dell’Esperia Udine. Era la fine degli anni ’60 del secolo scorso, ben presto il talento di quel ragazzo esile e mingherlino venne notato e così il giovane partì dal natio Friuli in direzione Torino, sponda granata.  

Enzo Scagni, dai dilettanti al professionismo

Dopo la trafila nel settore giovanile fece il suo esordio tra i professionisti in serie D con la squadra biancoceleste del Canelli nella stagione 1972-73 (la compagine della provincia di Asti all’epoca militava nella quarta serie del calcio italiano). Le sue reti nel primo campionato in serie D gli valsero subito il salto di categoria con destinazione Chioggia. Il Clod

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 2,99 € 4,50

Abbonati ora

Commenti