Gianpiero Combi: i trionfi con Juve e Nazionale lo resero immortale

Gianpiero Combi: i trionfi con Juve e Nazionale lo resero immortale

Campione del Mondo 1934, il numero uno azzurro è considerato, insieme a Planicka e Zamora, il miglior portiere dell’anteguerra. Nasceva a Torino il 20 novembre del 1902

Massimiliano Lucchetti/Edipress

19 novembre

  • Link copiato

I giocatori del periodo prebellico nelle varie classifiche all-time vengono spesso trascurati: un po’ perché non si hanno molti filmati a riguardo, un po’ perché forse lo si considera un calcio troppo “primitivo”. Gianpiero Combi è uno dei pochi calciatori che emerge da questa sottovalutazione, poiché che si parli di Juventus, di Nazionale oppure degli estremi più forti di sempre, il suo nome è sempre menzionato.

La Vecchia Signora

Gianpiero nacque a Torino il 20 novembre 1902; il suo amore per il calcio era talmente forte fin da ragazzino che costrinse i genitori, che lo volevano coinvolto nella loro ditta di liquori, a spedirlo in collegio. Gianpiero non si scoraggiò, anzi, lontano dalle influenze paterne, si propose al Torino; il provino non andò per niente be

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti