Italia-Macedonia: Zaccardo, Palermo e un gol Mondiale: "Emozione unica"

Italia-Macedonia: Zaccardo, Palermo e un gol Mondiale: "Emozione unica"

Intervista esclusiva all'ex difensore rosanero. Fu proprio lui contro la Slovenia al Barbera a dare la matematica qualificazione ai Mondiali 2006 grazie al suo primo e unico sigillo in maglia azzurra 

Marco Ercole/Edipress

24 marzo

  • Link copiato

Come in una favola. Davanti al proprio pubblico, nel suo stadio, pochi minuti dopo essere entrato in campo. Il ricordo del primo (e unico) gol in Nazionale di Cristian Zaccardo ha tutti i connotati di una di quelle storie dal lieto fine scontato, ma che applicate al mondo del calcio sono l’esatto contrario della banalità. Il suo “c’era una volta” da raccontare ai nipoti l’ha scritto personalmente l’8 ottobre del 2005, quando era un 23enne giocatore del Palermo e proprio al Renzo Barbera si giocava la partita dell’Italia contro la Slovenia: in palio l’accesso matematico ai Mondiali del 2006. Dopo un’ora di gioco, con il risultato fisso sullo 0-0, il ct Marcello Lippi lo ha chiamato per dare il cambio a Gilardino (d’altronde anche un pareggio sarebbe stato sufficiente per staccare

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti