L'intervista impossibile: Vittorio Pozzo

L'intervista impossibile: Vittorio Pozzo

Un nuovo appuntamento con la nostra rubrica, questa volta abbiamo immaginato di poter parlare con il leggendario Ct della Nazionale vincitrice dei Mondiali 1934 e 1938 

Paolo Valenti/Edipress

14 novembre

  • Link copiato

Di Roberto Mancini, Marcello Lippi ed Enzo Bearzot, i commissari tecnici che più di recente hanno ottenuto dei trofei con la nazionale azzurra, sappiamo praticamente tutto. Le nebbie della storia, invece, hanno filtrato le imprese del primo allenatore che seppe guidare l’Italia alla vittoria dei campionati del mondo del 1934 e del 1938: Vittorio Pozzo. Piemontese purosangue e dal forte sentimento patriottico, della straripante passione per il calcio che lo pervadeva riempì tutta la sua vita, dapprima giocandolo e, successivamente, diventando allenatore, dirigente nonché giornalista. Una poliedricità frutto degli studi effettuati in gioventù (che, tra l’altro, gli permisero anche di lavorare alle dipendenze della Pirelli) grazie ai quali girò l’E

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti