I 70 anni di Jimmy Connors, l’uomo che ha riscritto le regole del gioco

I 70 anni di Jimmy Connors, l’uomo che ha riscritto le regole del gioco

Il 2 settembre del 1952 nasceva Jimbo. In 24 anni ha rivoluzionato il tennis dal punto vista tecnico e temperamentale, oggi è un modello per i campioni

Samuele Diodato/Edipress

2 settembre

  • Link copiato

Era il 2 settembre del 1991, quando Jimmy Connors giocava l’ottavo di finale allo US Open. Era il giorno del suo 39esimo compleanno, e dall’altra parte della rete c’era Aaron Krickstein. A Flushing Meadows, Jimbo, così era soprannominato, c’era soltanto grazie ad una wildcard, perché ormai era ampiamente fuori dalla Top-100. Quel che è accaduto quel giorno, però, è a posteriori il manifesto della trasformazione che – a partire dal 1972 – l’americano è riuscito ad innescare nel mondo del tennis. Sono passati 31 anni, da quella storica partita, ed oggi, di anni, il fenomeno di Belleville ne compie 70. In questa occasione speciale, dunque, vale la pena ripercorrere le tappe che hanno permesso a Connors di essere quel che è stato: per lo sport che ha amato e per gli appassionati.

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti