24 anni fa l’Italia strappava il pass per il Mondiale di Francia ‘98

24 anni fa l’Italia strappava il pass per il Mondiale di Francia ‘98

Dopo l’1-1 dell’andata, il 15 novembre 1997 al San Paolo di Napoli gli azzurri sconfissero la Russia grazie alla rete segnata da Gigi Casiraghi

Jacopo Pascone/Edipress

15 novembre

  • Link copiato

Questa sera al Windsor Park di Belfast la Nazionale di Mancini si gioca il pass per i Mondiali di Qatar 2022. Proprio impressa nella data di oggi c’è una sfida del passato, un precedente legato alle qualificazioni Mondiali che può far ben sperare i più ottimisti. Il 15 novembre 1997, esattamente 24 anni fa, gli azzurri conquistavano la qualificazione per la Coppa del Mondo di Francia ’98. A differenza della partita odierna – ultima gara del girone C, dove ci troviamo in testa a pari punti con la Svizzera – nell’accadde oggi del ’97 conquistammo il pass ai play-off e tra le mura amiche.

Italia-Russia del 15 novembre 1997 

15 novembre 1997, Stadio San Paolo, Napoli. Dopo l’1-1 del 29 ottobre precedente – maturato sotto una fitta nevicata grazie alla rete di Vieri pareggiata da uno sfortunato autogol di Cannavaro, nella serata che aveva visto Gigi Buffon fare il suo esordio in Nazionale – un San Paolo gremito in ogni ordine di posto spinge gli azzurri verso la fase finale della Coppa del Mondo. L’undici scelto dal Ct Cesare Maldini è così composto: Peruzzi in porta; Ferrara, Cannavaro, Costacurta, capitan Maldini e Pessotto in difesa; Di Matteo, Albertini e Dino Baggio a centrocampo; Ravanelli e Casiraghi in attacco. La gara, vista la pesante posta in palio, è bloccata. La Russia di Ignatiev è costretta a fare la partita: per passare deve vincere o quantomeno segnare sperando di concludere il match con un pareggio superiore all’1-1. Gli attacchi ospiti, però, sono sterili. La squadra di Maldini va vicina al vantaggio sugli sviluppi di un calcio di punizione: Albertini pesca Ferrara, il cui colpo di testa viene respinto da un prodigioso intervento di Ovcinnikov. Ravanelli prova poi a sfruttare un’incertezza della difesa ospite, ma la sua conclusione è parata con i piedi dall’estremo difensore russo. A togliere le castagne dal fuoco e regalare il pass Mondiale agli azzurri ci pensa l’attaccante della Lazio Gigi Casiraghi. Al minuto 53 uno splendido lancio di Albertini lo pesca in profondità. Il numero 9, senza nemmeno stoppare la sfera, la fa rimbalzare a terra un paio di volte per poi scaricarla con un gran sinistro nell’angolino. Un gol bellissimo e importantissimo, l’ultimo dei 13 segnati in maglia azzurra da Casiraghi. La Russia si riversa in avanti alla ricerca del disperato pareggio che porterebbe la gara ai supplementari, ma, grazie anche all’ingresso di Nesta al posto di Pessotto, il muro italiano è invalicabile. 24 anni fa l’1-0 ci portò al Mondiale: sperando che sia di buon auspicio, ricordiamoci anche che stasera potrebbe non bastare.



 

 

 

 

 

 

 

Condividi

  • Link copiato

Commenti