Carniglia come Mourinho: due Coppe Campioni e poi la finale con la Roma

Carniglia come Mourinho: due Coppe Campioni e poi la finale con la Roma

Il leggendario allenatore argentino, dopo aver vinto con il Real, approdò in Italia. Nel 1961 guidò i giallorossi alla vittoria in Coppa delle Fiere. Lo fece con due Coppe dalle Grandi Orecchie già in bacheca, esattamente come potrebbe fare lo Special One

Redazione Edipress

25 maggio

  • Link copiato

Un autentico istrione del pallone. Come calciatore e come allenatore. Tanto mondo, visto e vissuto attraverso il calcio; forse per questo non mise mai del tutto le radici da nessuna parte. Basti dire che fu allenatore del Real Madrid, per due stagioni, quando la maglia blanca la indossavano Di Stefano, Kopa, Puskas, Gento e Santamaria.

L'arrivo in Italia 

A portarlo in Italia dalla Spagna era stato l’intermediario Felix Latronico. Alla Fiorentina nell’agosto 1959. Un inizio brillante. Ma a Firenze non ebbe vita facile, per colpa di frizioni tra dirigenti, nonostante avesse al primo anno (1959-60) portato la Viola a classificarsi seconda dietro la Juventus in campionato e finalista in Coppa Italia sempre contro i bianconeri. Dalla Fiorentina al Bari, ma

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti