Tottenham-Arsenal, il derby del Nord di Londra

Tottenham-Arsenal, il derby del Nord di Londra

La rivalità tra Spurs e Gunners ha radici profonde: quasi 120 anni di “battaglie” tra aneddoti, curiosità, storia

Jacopo Pascone/Edipress

12 maggio

  • Link copiato

Una rivalità territoriale, come tutte d'altronde, ma quella tra Tottenham e Arsenal nasce per una sorta di occupazione da parte dei Gunners del distretto dove fin dal principio risiedevano gli Spurs.

La nascita della rivalità tra Tottenham e Arsenal

Nati prima – nel 1882, con l’Arsenal fondato quattro anni più tardi –, i Lilywhites si son da subito stabiliti nel Nord di Londra. La prima storica partita giocata tra i due giovani club nel 1887: sospesa intorno alle 16:00 locali per via del buio, a un quarto d’ora dal termine sul 2-1 per gli Spurs padroni di casa. Ma la rivalità che conosciamo oggi come una delle più accanite del football britannico è nata dopo, a causa dell’invasione dei Gunners, che dal 1913 hanno piazzato i loro cannoni a difesa del nuovo fortino nel cuore del Nord di Londra: Highbury. Il Tottenham la sua casa in quella zona già l’aveva da tempo: White Hart Lane era sorto nel lontano 1899, una bomboniera da 37mila posti. Gli Spurs consideravano il quartiere di Highbury sotto la loro “giurisdizione” e così nacque questa strettissima rivalità territoriale. Quasi scontato verrebbe da dire, infatti quest’antagonismo si trascina da ormai 120 anni, da quando i Gunners abbandonarono il Manor Ground situato nella zona sud-est della città per trasferirsi nel North London. Nel tempo, in quei sette chilometri scarsi che separavano White Hart Lane e Highbury, si sono scritte pagine di calcio e di tifo memorabili: 190 incontri ufficiali mai banali, battaglie contraddistinte dall’equilibrio, dato che nonostante l’Arsenal abbia una bacheca ben più corposa rispetto al Tottenham, sono solo 19 le vittorie di vantaggio per quelli con la maglia rossa, contro 60 successi bianchi e 51 pareggi. La rivalità già accanita s’infuocò ulteriormente nel 1919, in seguito all’allargamento della First Division da 18 a 20 squadre. I due posti vennero scelti tramite votazione: uno fu assegnato al Chelsea, l’altro all’Arsenal, a discapito proprio degli Spurs. Si vocifera – nulla comunque di verificato – che all’epoca il presidente dei Gunners fece qualche imbroglio per ottenere quei voti.

La coppa condivisa e le sfide memorabili

La sfida è valsa anche un trofeo, nella stagione 1991. Quello fu l’anno degli Spurs, che eliminarono i rivali in semifinale di FA Cup. Partita indimenticabile, decisa dalla doppietta di Gary Lineker e dal sigillo di Gascoigne. Gazza s’infortunò gravemente poi nell’ultimo atto vinto contro il Nottingham Forest prima di trasferirsi alla Lazio. Lineker e compagni invece si andarono a giocare ad agosto anche un altro trofeo, il Charity Shield ancora contro l’Arsenal, laureatosi campione in First Division. Una coppa per due quella, dato che all’epoca un pareggio nella finale di Wembley prevedeva l’assegnazione condivisa. A Wembley l’Arsenal si riprese la sua rivincita nel ’93, battendo i rivali ancora in semifinale di FA Cup (poi vinta), grazie a una rete dello storico capitano Tony Adams. Una terza semifinale si disputò nel 2003 a Old Trafford per via della ristrutturazione di Wembley. Quel giorno il Teatro dei sogni fu palcoscenico di una gara combattuta, portata a casa dall’Arsenal, con Vieira e Pires a ribaltare il vantaggio iniziale di Doherty. A proposito di Robert Pires: l’ex Marsiglia è il miglior marcatore dei Gunners nella storia del confronto (9 reti), anche se nessuno ha segnato quanto Harry Kane, capace di punire l’Arsenal ben 11 volte. Sul secondo gradino del podio di questa speciale classifica troviamo Adebayor, andato in gol con entrambe le maglie (8 volte in rosso, 2 in bianco). Il primo confronto in Premier League se lo è aggiudicato il Tottenham, vincendo 1-0 in casa il 12 dicembre 1992. Per quanto riguarda la partita con più gol bisogna risalire alla stagione 2004-05, quando l’Arsenal di Wenger s’impose 5-4 a White Hart Lane. Nove reti con 9 marcatori diversi: Naybet, Defoe, King e Kanouté per i padroni di casa; Henry, Lauren, Vieira, Ljungberg e Pires per gli ospiti. Tra i grandi doppi ex impossibile non ricordare un protagonista di quegli anni: Sol Campbell. Lo straordinario difensore centrale inglese è stato apostrofato come “Judas” dai tifosi del Tottenham in seguito al suo trasferimento all’Arsenal.

St. Totteringham's Day e St. Hotspur

Per una rivalità con i fiocchi, nel calendario ci sono addirittura date dedicate specificatamente al derby: il St. Totteringham's Day viene celebrato dai tifosi dei Gunners nel giorno in cui la squadra si issa matematicamente al di sopra dei rivali in classifica, varia a seconda delle stagioni e rischia di non essere festeggiato affatto; quelli del Tottenham invece hanno istituito nel 14 aprile il giorno di St. Hotspur, celebrando ogni anno una storica vittoria nella semifinale di FA Cup, (quella sopra citata) arrivata il 14 aprile 1991. Insomma non importa se nel vecchio White Hart Lane o nel nuovo Tottenham Hotspur Stadium, a Highbury o all’Emirates: Spurs contro Gunners promette da sempre spettacolo.

 

Condividi

  • Link copiato

Commenti