Una vita da mediano nelle mille sfide tra Inter e Roma

Una vita da mediano nelle mille sfide tra Inter e Roma

Come cantava Ligabue, tante carriere spese "a recuperar palloni". Nell’album dei ricordi delle due tifoserie, l'elogio per chi vive il calcio sudando a centrocampo

Redazione Edipress

23 aprile

  • Link copiato

Quella porzione di campo, anzi: di territorio; da proteggere cercando di ragionare sempre di corsa, ben sapendo che sarai sempre ritenuto al massimo un geometra, anche quando hai pensieri da architetto. Il mediano non viene mai considerato a prescindere dalla sua dose di fatica, come se tutto il resto fosse accessorio; è per questo che soltanto un po’ di anni dopo si è soliti osservare che: “Però aveva anche i piedi buoni...” di chi ha vissuto in quella porzione d’erba tra la lunetta dell’area e il cerchio di centrocampo, sempre soggetta all’esproprio da parte di chi confida nell’acido lattico che rallenta le gambe, che appanna i riflessi. Il mediano può entrare solo come un imbucato nella sala degli specchi degli highlights; non viene mai esposto nella vetrina lussuosa

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti