Barcellona-Napoli: Neeskens e Krol, storie a tinte Oranje

Barcellona-Napoli: Neeskens e Krol, storie a tinte Oranje

Protagonisti assoluti con l’Ajax e la Nazionale, cambiarono il calcio europeo negli anni Settanta e poi furono di nuovo grandi su due diverse sponde del Mediterraneo

Paolo Marcacci/Edipress

17 febbraio

  • Link copiato

Se nella proiezione utopica di una società nuova il sole dell’avvenire è o era rosso di colore, nella storia del calcio sorse all’alba degli anni Settanta di un bell’arancione intenso, ma passando per le bande biancorosse verticali dell’Ajax. Una grandezza subitanea priva di una tradizione alle spalle, quella del club olandese e della nazionale che ne era una filiazione diretta; un demiurgo come Rinus Michels, plasmatore di un’identità e capo carismatico in grado di compiere il miracolo dei miracoli: trasfondere in una nidiata irripetibile di splendidi solisti l’attitudine a mettersi al servizio del collettivo; a cominciare dal più grande di tutti, quel Johan Cruijff che scriveremo sempre secondo l’ortografia originaria, mai seguendo i caratteri di un’anonima grafia internaziona

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti