Il cuoio

Europei volley 1993: trionfo azzurro in Finlandia

Tra i quattro Paesi ospitanti dell’edizione 2021 c’è anche quello scandinavo: l’ultima volta vinse la nazionale allenata da Julio Velasco

Dopo 28 anni la Finlandia, stavolta insieme a Repubblica Ceca, Estonia e Polonia, torna a ospitare gli Europei di pallavolo maschile. Si giocava a settembre anche nel 1993 in due città, a Oulu e Turku, e a trionfare fu l’Italia di Velasco, quella della “generazione di fenomeni”, che conquistò il suo secondo titolo europeo.

Dominio azzurro nella prima fase

L’Italia, inserita nel gruppo A che si disputa a Oulu, domina il suo girone vincendo tutte e cinque le partite e concedendo appena 3 set agli avversari. Sotto i colpi di Gardini e compagni cadono nell’ordine la Bulgaria, sconfitta 3-1, la Francia con lo stesso punteggio, Cecoslovacchia e Svezia con un netto 3-0 e infine l’avversario più temibile, quell’Olanda che aveva spezzato il sogno azzurro alle Olimpiadi dell’anno precedente, battuta 3 set a 1. Sono proprio gli Oranje a qualificarsi come secondi nel girone, mentre nell’altro raggruppamento a passare il turno sono la Russia, fortissima sulla carta, e la Germania.

Semifinali Europei volley 1993

La Final Four si disputa a Turku, dove giusto un lembo di mare e diverse isole e isolotti separano la Finlandia dalla Svezia, non a caso lo svedese è la seconda lingua della cittadina. L’Italia affronta la Germania in semifinale, gli azzurri sanno di essere più forti degli avversari e non commettono l’errore di sottovalutarli. La prima parte del match è praticamente un monologo: dopo aver incassato un ace di Dornheim su errore di Cantagalli in ricezione, gli azzurri segnano 18 punti consecutivi chiudendo il primo set sul 15-1 e proseguendo la serie anche nel secondo parziale vinto 15-6. Piccolo inciso: all’epoca c’era ancora il cambio palla e per vincere un set bastava arrivare a 15. Nella terza frazione arriva l’unico calo di tensione della partita: la Germania si porta sul 5-0, poi ecco la rimonta italiana fino all’8 pari e infine il 15-11 che vuol dire vittoria. Il migliore degli azzurri è l’indimenticato Michele Pasinato, scomparso ad aprile 2021, autore di 25 punti.

Italia-Olanda: la finalissima Eurovolley 1993 

In finale riecco l’Olanda che in semifinale ha sconfitto a sorpresa – ma non troppo – la Russia. L’occasione per vendicare Barcellona è troppo ghiotta e così i “fenomeni” di Velasco si rivelano tali nei primi due set, praticamente dominati (15-6, 15-5) grazie ai colpi del solito Pasinato, di Giani premiato come Mvp del torneo, di capitan Gardini, di Cantagalli e all’intelligenza di Tofoli (Bernardi, nominato “giocatore del secolo”, è assente per infortunio). Gli azzurri però pagano nei due parziali successivi il ritmo forsennato dei primi due. Arrivata addirittura sul 13-11 nel terzo set, la Nazionale si sgonfia e vede di nuovo materializzarsi l’incubo olandese. Trascinata da un fenomenale Zwerver, da Rodenburg e da un Blangè sempre preciso in cabina di regia, la nazionale Oranje pareggia i conti. All’inizio del tie-break Velasco scuote i suoi, chiede di tirare fuori tutto quello che hanno e i ragazzi ripagano il loro Ct vincendo 15-9 il set decisivo. È di Pasinato il punto che fa urlare al cielo: “Campioni d’Europa!” “Campioni d’Europa”.