Calciomercato: Paolo Rossi al Vicenza, affare da oltre due miliardi

Calciomercato: Paolo Rossi al Vicenza, affare da oltre due miliardi

Nel 1978 Pablito è conteso dalla Juventus e dal Lanerossi del presidente Farina: per risolvere la comproprietà è necessario ricorrere alle buste

Paolo Valenti/Edipress

9 agosto 2021

  • Link copiato

Come si diventa Paolo Rossi? Facendo tanti gol, certo. E vincendo molti trofei. In parte, però, la costruzione di un mito avviene anche grazie a episodi che elevano i loro protagonisti al ruolo di personaggi iconici al di là della loro stessa volontà: quello che accadde proprio a Paolo Rossi nell’estate del 1978. Non ancora ventiduenne, l’attaccante stava emergendo con forza dall’anonimato di una carriera che, prima di quel momento, gli aveva riservato le promesse di un talento ostacolato dalle incognite di un fisico che, già prima dei vent’anni, si era rivelato problematico. La Juventus, squadra nella quale si era formato, nel 1975 lo aveva mandato in prestito al Como per dargli la possibilità di esprimersi. La stagione non fu delle migliori: s

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti