Orlando e quel poker alla Turchia nel giorno dell'esordio in Nazionale

Orlando e quel poker alla Turchia nel giorno dell'esordio in Nazionale

Il 2 dicembre del 1962, convocato per la prima volta dal ct Edmondo Fabbri, debuttò in azzurro a Bologna segnando ben quattro reti ai turchi

Paolo Marcacci/Redazione Edipress

11 giugno 2021

  • Link copiato

Una carriera più che decorosa in Serie A, costellata da maglie importanti e da un numero di reti complessivamente al di sopra della media sindacale, tenuto conto del fatto che, pur essendo definibile come centravanti, ha spesso e volentieri agito da ala destra, anche per non perdere il posto. Alberto Orlando, classe 1938, nato a Roma e dalla Roma svezzato, fino all’esordio in Serie A. Per lui un cammino in maglia giallorossa durato la bellezza di 177 partite, con la punteggiatura di 43 reti e la vittoria di due trofei storici nella storia e nella bacheca romanista: la Coppa delle Fiere del 1961 e la prima delle nove Coppa Italia vinte dalla società capitolina, quella del 1964. Dopo quella stagione, un anno a Firenze, uno a Torino in maglia granata, poi l’approdo

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti