Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Formula 1, presentazione Gp San Paolo© Getty Images

Formula 1, presentazione Gp San Paolo

La Formula 1 approda sul circuito brasiliano di Interlagos per la ventesima prova del Mondiale 2023

  • Link copiato

Eguagliare le 53 vittorie conseguite in carriera da Sebastian Vettel. È questo l’obiettivo fissato da Max Verstappen per le ultime tre gare del Mondiale 2023 di Formula 1, in una stagione sostanzialmente dominata dal campione olandese della Red Bull, che non solo si è aggiudicato il suo terzo titolo mondiale con sei gare (e due Sprint) di anticipo, ma che nell’ultima gara di campionato disputata lo scorso weekend a Città del Messico sul circuito intitolato ai fratelli Rodriguez oltre a stabilire il nuovo record di vittorie stagionali ottenute da un singolo pilota (16) ha raggiunto con 51 successi in carriera Alain Prost nella classifica dei piloti di Formula 1 più vincenti di tutti i tempi.
Ora, dunque, un nuovo obiettivo per il campione olandese, il quale con due vittorie nelle ultime tre gare del Mondiale 2023 potrebbe raggiungere al terzo posto della classifica dei piloti plurivincitori proprio quel Sebastian Vettel capace di conquistare ben quattro titoli mondiali consecutivi dal 2010 al 2013 al volante della sua Red Bull. Un obiettivo che Verstappen proverà a far suo puntando alla sua 52°vittoria in carriera (la diciassettesima stagionale) già questo fine settimana in Brasile sul circuito di Interlagos, sede del Gp di San Paolo, dove lo scorso anno si classificò al sesto posto, e che viene ancora oggi ricordata per il contatto tra la sua RB18 e la Mercedes di Lewis Hamilton nel corso del settimo giro (che costrinse il campione olandese a una dura rimonta con una Red Bull non perfettamente a suo agio sul circuito brasiliano), e che vide la vittoria proprio del team tedesco con George Russell, in quella che di fatto rappresentò l’unica vittoria della W13 zero pods.

Nel corso della consueta Press Conference del giovedì, Verstappen (sopra raffigurato) è sembrato quasi andare con cautela, non nascondendo un po' di apprensione per questo weekend alla luce non solo delle difficoltà accusate dalla sua Red Bull lo scorso anno, ma anche del fatto che per via della Sprint e dell’unica sessione di prove libere disponibile non sarà facile mettere a posto tutto. Il campione olandese è infatti convinto che a causa della presenza di alcune curve a bassa velocità la sua monoposto non sia particolarmente adatta al circuito di Interlagos.

Restando in casa Red Bull, il suo compagno di squadra Sergio Perez è chiamato a mettersi le spalle la delusione patita nella gara di casa in Messico, che lo ha visto ritirarsi al termine del primo giro dopo l’incidente occorso alla prima curva con la Ferrari di Charles Leclerc. Il pilota messicano è stato fortemente rincuorato dal Team Principal Red Bull Chris Horner, il quale ha ribadito negli ultimi giorni come Checo non debba per forza arrivare secondo per avere ancora il suo sedile per il prossimo, forte anche di un contratto per il 2024, e che la squadra farà di tutto per sostenerlo nella lotta per il secondo posto nella Classifica Piloti, alla luce dell’avvicinamento di Lewis Hamilton, che ha ridotto a 20 le lunghezze di ritardo da Checo, con tre gare e una Sprint ancora da disputare.

Il Gp di San Paolo vedrà ancora una volta il duello per il secondo posto in Classifica Costruttori tra Mercedes e Ferrari, separate di 22 punti tra di loro. Se la scuderia di Maranello potrebbe ben emergere nel terzo settore, la sensazione, però, è che il circuito di Interlagos alla luce anche della doppietta fatta registrare lo scorso anno (con Russell davanti a Hamilton) possa esaltare ancora di più il team tedesco con sede a Brackley, apparso in decisa ripresa grazie al nuovo fondo introdotto ad Austin, che, pur non risolvendo totalmente i problemi della W14, ha comunque consentito a Lewis Hamilton (sopra raffigurato) di poter ritrovare la giusta fiducia nel poter guidare la propria monoposto.

Tornando in casa Ferrari, se Charles Leclerc (sopra raffigurato)preferirebbe arrivare primo piuttosto che conquistare un’altra pole position (sostenendo che al momento è difficile prevedere come andrà questo weekend, e che per via della Sprint sarà importantissimo fare un’ottima sessione di prove libere e al contempo raccogliere più informazioni possibili), Carlos Sainz Jr è convinto che la lotta con Mercedes è piuttosto divertente, e, pur avendo un piccolo vantaggio in termini di classifica, il team tedesco non può permettersi nessun errore così come la stessa Ferrari.

Sainz ha infatti sottolineato che la Rossa sta provando a mettere pressione al team tedesco, e il suo auspicio è quello di poter chiudere davanti alla Mercedes. A patto, ovviamente di non commettere errori.

Oltre a Mercedes e Ferrari, ovviamente anche la McLaren auspica di poter essere piuttosto competitiva a Interlagos, con Lando Norris che vorrebbe conquistare il quinto podio in sei gare. Sul sito ufficiale del team di Woking il giovane pilota inglese nel presentare ufficialmente il Gp di San Paolo (ex Gp del Brasile) ha sottolineato come quella di Interlagos sia una gara ricca di storia e di eredità, in particolare per quanto riguarda il binomio McLaren e Senna, auspicando di poter conquistare qualche buon punto in Classifica.

1 di 6

Avanti

Condividi

  • Link copiato

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi