Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

La Formula 1 e il divieto dei messaggi politici© Getty Images

La Formula 1 e il divieto dei messaggi politici

La FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile) ha inserito nel Codice Sportivo Internazionale 2023 un nuovo articolo che vieta ai piloti la possibilità di non rilasciare dichiarazioni politici, religiosi o personali se non autorizzati dalla Federazione stessa

  • Link copiato

Una decisione che in questi giorni sta destando non poche perplessità. Dopo che nei recenti Mondiali svoltisi in Qatar la FIFA ha di fatto impedito ai giocatori di poter esprimere il proprio dissenso nei confronti del mancato rispetto dei diritti civili da parte del paese ospitante, fanno discutere tra gli appassionati le modifiche al Codice Sportivo Internazionale (in vigore dal 1° Gennaio 2023), introdotte dalla Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA), che sembrano quasi strizzare l’occhio alla suddetta decisione FIFA.

A suscitare numerose polemiche è stato in particolare il nuovo articolo 12.2.1.n che sostanzialmente impedisce ai piloti di esprimere ogni qualsivoglia pensiero in merito

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 2,99 € 4,50

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi