Formula 1

Perez e la riconferma in Red Bull per il 2022

© Getty Images

Nella pausa tra la FP1 e la FP2 del Gp del Belgio la Red Bull ha ufficializzato il rinnovo contrattuale del pilota messicano per il prossimo anno.

Un riconoscimento per la vittoria ottenuta a Baku, ma anche un atto di fiducia in un momento della stagione che lo vede un po' sottotono. Nel pomeriggio di oggi la Red Bull ha ufficializzato il rinnovo contrattuale di Sergio Perez, che potrà così affiancare Max Verstappen anche il prossimo anno.

Se nel 2020 Sergio Perez era stato il miglior pilota al di fuori di Mercedes e Red Bull sul fronte del rendimento arrivando anche a vincere lo scorso 6 Dicembre il Gp del Sakhir a bordo della Racing Point (divenuta poi Aston Martin), quest’anno la sua avventura in Red Bull è stata fino a questo momento caratterizzata da alti e bassi: se sul giro secco il pilota messicano quasi sempre si è trovato alle spalle di Max Verstappen ad eccezione delle qualifiche del Gp dell’Emilia Romagna e del Made in Italy che a Imola lo avevano visto chiudere secondo alle spalle del poleman Hamilton (Mercedes) ma davanti al giovane compagno di squadra olandese (terzo), in gara Perez ha ottenuto nella prima parte di stagione tutto sommato delle buone prestazioni che gli consentivano di ovviare alle difficoltà conseguite in qualifica. Significativa in tal senso la vittoria ottenuta da Perez in Azerbaijan, che ha consentito a Max Verstappen di mantenere la leadership iridata in un momento in cui la Mercedes e Lewis Hamilton sembravano essere in difficoltà, pronti a commettere anche degli errori inconsueti per un team abituato a vincere e per un eptacampione del mondo.

Dopo l’Azerbaijan e il podio conseguito in Francia sul circuito del Paul Ricard, il pilota messicano ha cominciato però a soffrire anche in gara: se nella prima corsa sul circuito del Red Bull Ring (Gp Stiria) Perez ha chiuso al quarto posto, una settimana dopo sulla stessa pista in occasione del Gp d’Austria Checo ha mostrato una certa aggressività in pista sia nell’attaccare dopo poche curve la McLaren di Lando Norris (finendo fuori pista), sia nel difendere la sua posizione nei confronti della Ferrari di Charles Leclerc spingendo il monegasco per ben due volte fuori pista, rimediando non solo due penalità di cinque secondi che lo hanno retrocesso dal quinto al sesto posto finale, ma anche 2 punti in meno sulla Superlicenza per entrambe le sanzioni. Se in Gran Bretagna Perez ha chiuso sedicesimo, in Ungheria il pilota messicano ha visto finire la sua gara già in curva 1, dopo esser stato messo fuorigioco dall’incidente innescato al via dalla Mercedes di Valtteri Bottas, che è andato a centrare a pieno la McLaren di Lando Norris, il quale, perso il controllo della sua monoposto, è andato a colpire sia la Red Bull di Verstappen che quella di Perez, mettendo così la parola fine alla gara di Checo e al contempo condizionando pesantemente la gara del pilota olandese classificatosi a fine gara nono.

Ecco, quindi, che il rinnovo contrattuale della Red Bull arriva in un momento piuttosto delicato per la stagione di Perez, al quale verrà però probabilmente chiesto magari già a partire dalle prossime ore in Belgio di mettersi al servizio da qui a fine stagione del più veloce compagno di squadra, in modo tale da consentire a Verstappen di poter superare Lewis Hamilton nella lotta per il titolo mondiale.

Il comunicato Red Bull e le dichiarazioni dei protagonisti

Come si legge nel comunicato stampa diffuso intorno alle 13:58 di oggi pomeriggio, Venerdì 27 Agosto, la Red Bull ha deciso di estendere il contratto di Sergio Perez, che resterà così con la scuderia di Milton Keynes anche nella stagione 2022, impressionando tutti per esser riuscito a qualificarsi in prima fila (secondo posto) nella seconda gara della stagione a Imola. “Dopo aver ottenuto quattro arrivi nella top five nelle prime cinque gare- recita il comunicato Red Bull- Checo è stato rapido a dimostrare la sua esperienza in gara e la costanza nell’ottenere dei punti prima di vincere il Gp dell’Azerbaijan. Checo ha, e continua a svolgere un ruolo chiave nella continua e combattuta battaglia del Campionato Costruttori 2021. Con Max che si è impegnato con Red Bull fino alla fine del 2023, il team dispone di una consistente line-up di piloti, che è fondamentale visto che ci stiamo trasferendo verso una nuova era della Formula 1“.

Così il Team Principal Red Bull Chris Horner ha commentato la decisione di riconfermare anche per il prossimo anno Sergio Perez. “Checo è un membro del Team molto rispettato e la sua esperienza e abilità in gara sono inestimabili mentre lottiamo per il Campionato Costruttori. La sua integrazione nel team è stata perfetta e siamo rimasti colpiti dalle sue prestazioni durante la prima metà della stagione che dimostrano ciò di cui è capace nella nostra macchina. Il prossimo anno entreremo in una nuova era della Formula 1 con regolamenti e vetture completamente riviste, e con oltre 200 gare e un decennio di esperienza alle spalle, Checo svolgerà un ruolo fondamentale nell'aiutare il Team a navigare in questa transizione e a massimizzare la RB18. La nostra attuale intenzione è quella di concludere la stagione 2021 nel modo migliore possibile e non vediamo l'ora di vedere Checo concludere con successo la prima stagione con il nostro team ”.

Queste, invece, le dichiarazioni di Sergio Perez rilasciate nel comunicato Red Bull.
“Sono davvero felice di continuare con una grande squadra come la Red Bull nella nuova era della Formula 1 ed è una grande opportunità per me. L'anno prossimo partiamo tutti da zero con i nuovi regolamenti, quindi il mio unico obiettivo è arrivare fino in cima con la Red Bull. Ci vuole sempre tempo per essere al top quando ti unisci a una nuova squadra, ma le cose hanno funzionato bene in questa stagione e mi piace molto far parte della famiglia Red Bull. Abbiamo lavorato duramente per ottenere risultati, quindi è bello vedere che il team ha fiducia in me per il futuro. Abbiamo molto di più da realizzare insieme e abbiamo ancora una grande sfida tra le mani in questa stagione, quindi spero davvero che possiamo finire l'anno in grande e portare questo slancio nel 2022. Voglio ringraziare tutti i miei sostenitori in tutto il mondo e soprattutto quelli in Messico. Dai miei sponsor ai miei fan, sono stati così entusiasti da quando sono entrato in Red Bull, quindi spero davvero di poterli premiare raggiungendo la vetta e vincendo il titolo.”

Tramite i social Red Bull anche Max Verstappen non ha mancato di esprimere la soddisfazione per la riconferma di Sergio Perez al suo fianco per il 2022. “È fantastico che Checo sarà con il team il prossimo anno, abbiamo un buon rapporto, quindi sono felice di continuare a lavorare insieme per provare a conquistare un sacco di punti”.

Una scelta, quella del rinnovo di Sergio Perez, compiuta da Chris Horner e da Helmut Marko con la consapevolezza che in questo momento il pilota messicano anche per via della sua esperienza rappresenta un prezioso punto di riferimento per la scuderia di Milton Keynes nonostante l’ulteriore crescita evidenziata nel corso della stagione corrente da Pierre Gasly al volante dell’Alpha Tauri, ma a questo punto deve essere di sprone per il pilota messicano a fare meglio in vista del finale di stagione, in modo da prepararsi al meglio per il prossimo anno. Per quel Mondiale 2022 dove con il nuovo Regolamento tecnico e la nuova classe di monoposto tutto può davvero succedere.