Formula 1

F1, Monza e la Sprint Qualifying

© Getty Images

Sarà il circuito brianzolo ad ospitare in occasione del Gp d’Italia previsto per il prossimo 12 Settembre la seconda Sprint Qualifying in Formula 1.

Una notizia che era già nell’aria da diverso tempo, ma che solo negli ultimissimi giorni ha trovato una sua ufficialità. Sarà dunque il Gp d’Italia (e in particolare il circuito di Monza) ad ospitare la seconda Sprint Qualifying stagionale della Formula 1, dopo il debutto di questo format sperimentale, avvenuto la scorsa settimana a Silverstone in occasione del Gp di Gran Bretagna.

Un format, quello della Sprint Qualifying, che, secondo il Ceo della Formula 1 Stefano Domenicali, ha riscontrato numerosi apprezzamenti negli Stati Uniti da parte di Liberty Media e dei Team Principal delle singole scuderie. Un po' meno, però dagli appassionati: osservando i social, non si può non rilevare una certa perplessità dei fan dinanzi a questo nuovo format, e in particolare in merito al fatto di assegnare la pole position al vincitore di una gara (premiato con una ghirlanda in onore alla vecchia corona d’alloro con cui venivano insigniti i vincitori di un Gp agli albori della massima serie motoristica), e non al pilota autore del giro più veloce al termine della Qualifica del venerdì (premiato come King Of The Speed con il classico ruotino che la Pirelli mette a disposizione dell’autore della pole position nel pomeriggio del sabato nel format tradizionale).

Emblematico in tal senso proprio quanto avvenuto durante lo scorso weekend (il primo con il format della Sprint Qualifying) a Silverstone, con Hamilton premiato come King Of The Speed per esser stato il più veloce al termine delle Qualifiche anticipate al venerdì, ma privato della pole position, perché al via della Sprint Qualifying Verstappen era riuscito a partire meglio di lui (con Hamilton, autore del giro più veloce). Un aspetto, questo, che speriamo a Monza venga francamente rivisto, e che suona come uno sfregio nei confronti della storia e del DNA della Formula 1, che nell’assegnare la pole position ha sempre premiato il pilota più veloce, e non il vincitore di una piccola gara disputata sulla distanza di soli 100 Km.

Alla luce della decisione di disputare a Monza il secondo weekend stagionale con il format sperimentale della Sprint Qualifying, cambiano giocoforza in parte gli orari del weekend del Gp d’Italia rispetto agli altri anni in cui vigeva il weekend di gara tradizionale.
L’attività in pista comincerà pertanto nel pomeriggio di Venerdì 10 Settembre con la prima sessione di prove libere (dalle 14:30 alle 15:30) a cui poi seguiranno le Qualifiche (dalle 18 alle 19) volte a definire la griglia della Sprint Qualifying.
Sabato 11 Settembre dalle 12 alle 13 si svolgerà la seconda e ultima sessione di prove libere, a cui seguirà dalle 16:30 alle 17 la Sprint Qualifying (previsti circa 18 giri), che determinerà la griglia di partenza della gara vera e propria, che si svolgerà Domenica 12 Settembre con inizio alle ore 15.