Formula 1

F1, Presentazione Gp Stiria

© Getty Images

La Formula 1 approda sul circuito del Red Bull Ring per il Gp della Stiria, ottava prova del Mondiale 2021.

La prima tripletta di gare della stagione. Dopo la vittoria di Max Verstappen in Francia sul circuito di Le Castellet la Formula 1 non si ferma, e così nei prossimi due weekend torna a correre in Austria sul circuito del Red Bull Ring, che andrà così ad ospitare come già avvenuto nel 2020 seppur a denominazioni invertite il Gp di Stiria (Domenica 27 Giugno) e il Gp d’Austria (Domenica 4 Luglio).
Inutile dire che l’attenzione di tutti sarà concentrata sul duello Red Bull-Mercedes, e più precisamente sulla lotta al titolo iridato tra l’attuale leader del Mondiale Max Verstappen e l’eptacampione del mondo inglese Lewis Hamilton, desideroso di riportare in testa alla classifica iridata il team tedesco. Bisogna però dire che sulla carta la doppia tappa austriaca sembrerebbe essere favorevole alla Red Bull che non a caso nella gara di casa ha vinto proprio con Verstappen sia nel 2018 che nel 2019, e che quest’anno può contare su un turbo Honda che in altura ancora più delle passate stagioni potrebbe sicuramente dire la sua rispetto a quello Mercedes. Guai, però, a sottovalutare il team campione del mondo, vincitore della doppia tappa austriaca lo scorso anno, e in particolare Valtteri Bottas, che sul circuito del Red Bull Ring si è sempre trovato bene, e che al volante della Mercedes ha conseguito oltre al terzo posto del 2019 dietro al duo Verstappen-Leclerc anche due vittorie nel Gp d’Austria nel 2017 e nel 2020, e un secondo posto sempre lo scorso anno nel Gp della Stiria.

Un capitolo a parte lo merita sicuramente la Ferrari: quale Rossa vedremo in Austria? Quella convincente di Monaco e di Baku, o quella a dir poco deludente di Le Castellet, seppur condizionata (a quanto sembra) dai cerchioni, incapaci di smaltire il calore in eccesso andando così a originare quell’eccessivo graining che ha caratterizzato la gara della SF21 in terra francese?

Possibilità Ferrari in Austria

Sulla carta, il Red Bull Ring non sembrerebbe essere una pista ostica per Charles Leclerc e Carlos Sainz Jr: in particolare secondo il giovane talento della McLaren Lando Norris la Ferrari è una delle migliori macchine nelle curve lente. Ecco, quindi, perché i due tornanti che caratterizzano il Red Bull Ring potrebbero trasformarsi in un prezioso punto a favore per la SF21. Detto, questo, però, occhio anche alle condizioni meteo instabili previste per il weekend (sereno per FP1 e FP3, rischio pioggia per FP2, qualifiche e forse gara) che potrebbero andare a impattare sulla resa delle gomme, andando così a ripresentare seppur in maniera meno evidente il problema dell’eccessivo consumo degli pneumatici da parte della SF21 legato ai cerchioni, intravvisto nei test precampionato in Bahrain, ed emerso in maniera significativa a Le Castellet. Un problema, quello dei cerchioni che non smaltirebbero completamente il calore in eccesso, che in Ferrari quest’anno potranno provare a ridurre o a limitare il più possibile, ma non a eliminare del tutto in quanto i cerchioni sono una delle componenti congelate lo scorso anno, e che non potranno essere modificate fino a fine stagione. Solo, quindi, nel 2022 sulla nuova monoposto sarà possibile risolvere una volta per tutte questo problema.

Mercedes: Hamilton e l’appoggio a Valtteri Bottas in ottica 2022

La Press Conference odierna è stata l’occasione per affrontare con Lewis Hamilton la questione relativa al mercato piloti, che vedrà a fine anno scadere sia il suo contratto, sia quello del compagno di squadra Valtteri Bottas. Se, riferendosi alla sua situazione, l’eptacampione del mondo della Mercedes ha fatto chiaramente intendere che le trattative con Toto Wolff sono ben avviate per cui l’annuncio del rinnovo contrattuale sarà molto più rapido rispetto a quanto avvenuto lo scorso anno, Hamilton non ha esitato a soffermarsi anche sulla situazione di Bottas, ribadendo una volta di più tutto il suo sostegno a favore del compagno di squadra finlandese, dato per molti in partenza a fine anno a beneficio del giovane talento della Williams George Russell, che ben impressionò lo scorso Dicembre in Mercedes in occasione del Gp del Sakhir, quando sostituì proprio Lewis Hamilton, costretto a saltare la seconda gara in Bahrain in quanto positivo al Covid.
Nel corso della Press Conference odierna, infatti, Hamilton ha dichiarato che Valtteri Bottas è un fantastico compagno di squadra e non vede che debba essere necessariamente sostituito. Da capire se l’ennesimo endorsement del campione inglese nei confronti del pilota finlandese verrà anche questa volta considerato dalla Mercedes, o se a vincere sarà proprio il management del team tedesco (con il Presidente Kallenius che si sussurra vorrebbe vedere il prossimo anno Russell al fianco di Hamilton).

L’albo d’oro

Quella in programma domenica sarà la seconda edizione del Gp della Stiria valida per il Mondiale di Formula 1. Nell’unica edizione finora disputatasi (2020), ad ottenere pole position e vittoria è stato Lewis Hamilton.

Assetto e caratteristiche tecniche della pista

Il Red Bull Ring è indubbiamente uno dei circuiti più veloci tra quelli presenti in calendario, in quanto costituito da sole 10 curve, con tempi cronometrici normalmente di poco superiori al minuto. Andando ad analizzare con attenzione il circuito, una volta superato il traguardo,le monoposto arrivano alla curva 1, una curva di media velocità da affrontare in quarta marcia, in modo tale da avere poi un'ottima velocità sul lungo rettilineo in salita compreso tra curva 2 (affrontata in pieno dai piloti) e curva 3, collocata al termine della salita, in cui diventa a dir poco basilare non solo la frenata, ma ancor più bloccare correttamente l'anteriore e che potrebbe diventare un ottimo punto per effettuare un sorpasso, come peraltro avveniva diversi anni fa. Il tratto compreso tra le curve 4 e 7 è in discesa; occhio alle uniche due pieghe a sinistra della pista. In discesa anche la curva 8 per arrivare infine alle curve 9-10 che ci portano sul rettilineo del traguardo. Curva, la 10, da affrontare con la massima attenzione, in quanto caratterizzata a metà percorrenza da alcune sconnessioni, da evitare in modo tale da non venir rallentati né nel giro secco da qualifica, né in gara.

Tre le zone DRS presenti: la prima è compresa tra curva 1 e curva 3, la seconda tra curva 3 e curva 4, e la terza dalla curva 10 sfruttando così tutto il rettilineo del traguardo.

Un circuito, il Red Bull Ring, in cui trazione e velocità di punta piuttosto alte per via dei rettilinei presenti si sposano molto bene, e in cui ovviamente diventa fondamentale il set-up scelto in vista di qualifiche e gara (consigliabile l'opzione di un carico aerodinamico medio tra anteriore e posteriore della monoposto).
Importante, infine, sarà la gestione del motore da parte dei piloti, con la farfalla che rimane aperta per ogni giro per almeno il 74% del tempo di percorrenza.

Gomme Pirelli in Stiria

Una pista caratterizzata da saliscendi e da diverse curve, eppure nonostante ciò non risulta essere particolarmente impegnativa per gli pneumatici per via della brevità del tracciato (4318 metri da ripetere ben 71 volte). Come nel 2020, anche quest’anno la Pirelli ha optato per quanto riguarda il Gp della Stiria per le mescole C2, C3 e C4.
Ogni pilota avrà pertanto a disposizione 8 set di gomme morbide C4, 3 set di gomme medie C3 e 2 set di gomme dure C2.

Copertura televisiva su Sky e TV8

Per quanto riguarda, infine, la trasmissione televisiva del Gp, prove libere (Venerdì 25 Giugno alle 11:30 e alle 15 FP1 e FP2; Sabato 26 Giugno alle 12 la FP3), qualifiche (Sabato 26 Giugno dalle 15 alle 16) e gara (Domenica 27 Giugno alle 15) verranno trasmesse in diretta esclusiva su SKY SPORT F1 HD (canale 207 della piattaforma Sky per satellite e fibra), e su SKY SPORT UNO (canale 201 della piattaforma Sky per satellite e fibra; canale 482 (SD) e 472 (HD) del digitale terrestre).
Il Gp verrà inoltre trasmesso in differita in chiaro su TV8 (canale 8 del digitale terrestre) con le qualifiche che andranno in onda Sabato 26 Giugno dalle 18:30 (con prequalifiche a partire dalle 18) e la gara Domenica 27 Giugno a partire dalle 19:30 (con pregara a partire dalle 18:30).