Formula 1

F1, mercato piloti 2021: le ultime trattative

© Getty Images

A cinque gare dal termine del Mondiale di Formula 1, andiamo a scoprire quali line-up di piloti sono ancora da ufficializzare o da definire in vista della prossima stagione.

Un mercato destinato a riservare ancora qualche sorpresa a dir poco clamorosa. A cinque gare dal termine del Mondiale di Formula 1 sono ancora diverse le squadre che devono ufficializzare o addirittura decidere le proprie line-up di piloti per il 2021. Sperando di farvi cosa gradita, con questo approfondimento andiamo a fare il punto delle situazioni non ancora ufficializzate, e di quelle che devono essere ancora definite, ricordando che negli scorsi mesi Ferrari, McLaren e Renault hanno già ufficializzato le proprie line-up per il prossimo anno.

MERCEDES

Line-up 2020: Lewis Hamilton, Valtteri Bottas.
Line-up 2021: Lewis Hamilton (?), Valtteri Bottas.

Con Vallteri Bottas già confermato da tempo per il prossimo anno, devono ancora essere ufficializzati i rinnovi di Lewis Hamilton e del Team Principal Toto Wolff. Che entrambi rimangano in Mercedes è pressochè scontato, ma nel caso del sei volte campione del mondo (a un passo dal settimo titolo) la domanda da porsi è: per quanti anni Hamilton correrà ancora con Mercedes? Per il 2021 non c’è il benchè minimo problema, per cui salvo clamorosi colpi di scena, anche il prossimo anno vedremo Hamilton al volante della monoposto del team campione del mondo. Il dubbio, però, riguarda le prossime stagioni, che vedranno a partire dal 2022 il debutto della rivoluzione regolamentare fortemente voluta da Liberty Media, con monoposto completamente diverse (power unit momentaneamente esclusa) da quelle che abbiamo imparato ad osservare in questi anni. Resta, quindi da capire, se Hamilton vorrà lasciare al termine della prossima stagione per restare in un ruolo di rappresentanza in Mercedes, o se vorrà affrontare anche questa nuova fase della Formula 1, con l’obiettivo di battere quelli che potrebbero essere i suoi potenziali successori, e cioè Verstappen e Leclerc.
Hamilton si trova molto bene con la Mercedes, e il team tedesco è ben conscio di questo: si affronterà la questione rinnovo al termine del campionato una volta messi in cassaforte il titolo iridato piloti (con Hamilton che potrebbe laurearsi campione in Turchia), e costruttori (con Mercedes che potrebbe laurearsi campione per la settima volta consecutiva già questo fine settimana ad Imola).

RED BULL

Line-up 2020: Max Verstappen, Alexander Albon.
Line-up 2021: Max Verstappen, Alexander Albon (?)/Nico Hulkenberg(?)/Sergio Perez (?)

Con Max Verstappen sotto contratto fino a fine 2023, la Red Bull deve ancora definire chi sarà il pilota che il prossimo anno affiancherà il giovane talento olandese. Se fino a qualche settimana fa il ballottaggio per il secondo sedile era tra l’attuale secondo pilota, l’anglo-thailandese Alexander Albon, e il pilota francese dell’Alpha Tauri Pierre Gasly, con la riconferma di quest’ultimo nel team di Faenza (ufficializzata domenica da Helmut Marko all’emittente tedesca RTL), lo scenario sembra essere cambiato, e con esso anche la filosofia di scelta. Non avendo tra le mani giovani particolarmente promettenti da lanciare in prima squadra (se eccettuiamo il già citato Gasly, il quale per motivi non del tutto chiari non viene considerato per un ritorno in Red Bull), la scuderia di Milton Keynes qualora Albon non riuscisse a migliorare le proprie prestazioni paragonate a quelle di Verstappen, starebbe seriamente pensando a un pilota d’esperienza, in modo da poter avere un pilota in grado di avvicinarsi il più possibile alle prestazioni del talento olandese (come avveniva peraltro fino a fine 2018 con Daniel Ricciardo).

Il candidato numero uno, qualora Albon venisse bocciato, è allo stato attuale Nico Hulkenberg. Il 33enne pilota tedesco originario di Emmerich am Rhein, dopo aver tentato inutilmente lo scorso anno una volta non confermato in Renault, di offrirsi alla scuderia austriaca, gode, infatti, della stima di Helmut Marko, il quale non a caso aveva pensato a lui dopo le due buone prove offerte con la Racing Point a Silverstone, per sostituire Albon, alle prese con un tampone incerto prima delle libere del Gp dell’Eifel. Il successivo tampone negativo dell’anglo-thailandese ha fatto saltare l’operazione, ma la gara di Hulkenberg al Nürburgring disputata in sostituzione all’ultimo minuto di Lance Stroll (positivo al Covid) senza aver neanche effettuato una sessione di libere e conclusa all’ottavo posto, ha sicuramente innalzato le sue quotazioni, tanto che sono in molti a vedere il prossimo anno Hulkenberg in Red Bull al fianco di Verstappen.

Bisogna infine registrare anche la candidatura di Sergio Perez, il quale, una volta messo fuori dalla Racing Point (dal prossimo anno Aston Martin) per dare spazio a Vettel, si sarebbe offerto proprio al team austriaco. Sono in molti a pensare che le voci che vorrebbero l’approdo di Perez in Williams al posto di Russell siano un modo per mettere pressione alla scuderia di Milton Keynes. Solo le prossime settimane ci aiuteranno a far luce sull’intera questione.

RACING POINT (DAL 2021 ASTON MARTIN)

Line-up 2020: Sergio Perez, Lance Stroll.
Line-up 2021: Sebastian Vettel, Lance Stroll (?)

Sebbene debba ancora essere ufficializzato, ci sono pochissimi dubbi sul fatto che il pilota che affiancherà il prossimo anno Sebastian Vettel in Aston Martin sia Lance Stroll.

ALPHATAURI

Line-up 2020: Pierre Gasly, Daniil Kvyat.
Line-up 2021: Pierre Gasly, Yuki Tsunoda (?)/Alexander Albon (?)

Comincia finalmente a prendere forma la line-up 2021 dell’Alpha Tauri. Se il primo pilota sarà Pierre Gasly (come ufficializzato da Helmut Marko in un’intervista rilasciata all’emittente tedesca RTL poco prima dell’inizio del Gp del Portogallo a Portimao), il secondo sedile deve essere ancora assegnato. Con Kvyat destinato a lasciare la scuderia di Faenza a fine stagione dopo un’annata piuttosto deludente, ad affiancare il prossimo anno Gasly potrebbe essere il 20enne pilota giapponese Yuki Tsunoda (che peraltro il prossimo 4 Novembre farà un test a Imola a bordo della Toro Rosso 2018), che molto bene sta facendo in Formula 2, dove attualmente occupa la terza posizione nella Classifica Piloti. Posizione, questa, che gli assicurerebbe i 30 punti necessari sulla Superlicenza per approdare in Formula 1.
In alternativa, non è da escludere in caso di approdo di Hulkenberg in Red Bull al fianco di Verstappen, un ritorno di Albon (che aveva già guidato per il team ex Toro Rosso nella prima parte della stagione 2019).

ALFA ROMEO

Line-up 2020: Kimi Raikkonen, Antoniio Giovinazzi.
Line-up 2021: Kimi Raikkonen (?), Antonio Giovinazzi (?)

Nonostante non ci sia ancora una conferma ufficiale, sembra ormai quasi certo salvo clamorosi colpi di scena, che per il terzo anno consecutivo la line-up dei piloti Alfa Romeo 2021 sarà costituita da Kimi Raikkonen e da Antonio Giovinazzi.

HAAS

Line-up 2020: Romain Grosjean, Kevin Magnussen.
Line-up 2021: Nikita Mazepin (?), Mick Schumacher (?)

Dopo cinque anni la Haas ha deciso di non confermare la line-up costituita da Romain Grosjean e da Kevin Magnussen. Con entrambi i piloti fuori dal progetto Haas, l’intenzione (rischiosa) da parte del team guidato da Gunther Steiner sarebbe quella di puntare su due rookie per il prossimo anno, in modo da poter essere pronti per il 2022, anno in cui scatterà la rivoluzione regolamentare.
Allo stato attuale, i due piloti favoriti per un posto in Haas sarebbero Nikita Mazepin e Mick Schumacher.
Se Nikita Mazepin (figlio del Presidente del colosso chimico Uralkali, Dmitry), porterebbe così una dote economica e di sponsor non indifferente, la scelta di Schumacher sarebbe legata all’intenzione espressa da Steiner di avere un giovane di talento della Ferrari Driver Academy, e sotto questo aspetto Mick rappresenterebbe la soluzione migliore, essendo anche in testa al Campionato di Formula 2, dove si sta comportando molto bene. E poi… tornare ad avere uno Schumacher in Formula 1(e per di più il secondogenito del leggendario Michael) è un’occasione più unica che rara.

WILLIAMS

Line-up 2020: George Russell, Nicholas Latifi.
Line-up 2021: George Russell(?)/ Sergio Perez (?), Nicholas Latifi.

Essere il migliore all’interno della squadra, avere un contratto in mano per la prossima stagione, e rischiare seriamente di restare a piedi. Gli ultimi 15 giorni non hanno regalato grandi sorrisi a George Russell, nonostante il giovane talento inglese faccia praticamente miracoli con una Williams sicuramente migliore rispetto a quella della passata stagione, ma non ancora particolarmente competitiva. Se lo scorso Luglio la famiglia Williams aveva riconfermato sia lui che il neo compagno di squadra Latifi per la prossima stagione, con l’avvento della nuova dirigenza rappresentata dal fondo d’investimento Dorilton Capital, la situazione sarebbe cambiata, con il nuovo management che starebbe guardando a Sergio Perez (e alla sua dote di sponsor) al posto del 22enne pilota di King’s Lynn, con Latifi riconfermato non tanto per i risultati (peggiori rispetto a quelli di Russell), quanto per la quota economica e gli sponsor assicurati.
Se interpellato in merito alla questione, l’attuale Team Principal Williams Simon Roberts ha preferito non sbilanciarsi né a favore di Russell, né a favore di Perez, il Team Principal Mercedes Toto Wolff (che nel weekend aveva dichiarato che la permanenza di Russell in F1 non dipendeva da Mercedes),secondo quanto dichiarato dallo stesso Russell lo avrebbe tranquillizzato assicurandogli che il prossimo anno sarebbe comunque stato in griglia, e che al più tardi nella prossima settimana sarebbero state definite le sue prospettive.

Due, allo stato attuale, le ipotesi. La prima è rappresentata dalla riconferma di Russell all’interno del team di Grove anche il prossimo anno.
Qualora invece Dorilton Capital dovesse decidere d’ingaggiare Perez rinunciando al giovane talento inglese, Russell tornerebbe in Mercedes, dove ricoprirebbe nel 2021 il ruolo di terzo pilota, partecipando a numerosi test in modo tale da poter poi nel 2022 prendere il posto di Valtteri Bottas nel team ufficiale. Una vera e propria consacrazione per questo giovane pilota, fortemente apprezzato dagli appassionati di Formula 1 di tutto il mondo. Se Russell correrà il prossimo anno in Williams, o se tornerà in Mercedes sotto l’ala protettrice di Toto Wolff, saranno solo i prossimi giorni a dirlo.