Formula 1

F1, le quote d'iscrizione al Mondiale 2020

© Getty Images

Nei giorni scorsi è scaduto il termine ultimo per le squadre per presentare la domanda e il pagamento della quota d'iscrizione al Mondiale di Formula 1 2020. Scopriamo insieme la quota di ogni singola squadra confrontandola con quella della scorsa stagione.

Il primo passo verso il 2020. Dopo aver archiviato il 2019 con l'ultima gara nonché i test Pirelli di fine stagione ad Abu Dhabi, per i team di Formula 1 (a differenza dei piloti) non è ancora tempo di vacanze. Come sempre avviene in questa fase dell'anno, le squadre hanno presentato infatti alla Federazione Internazionale dell'Automobile (FIA) le domande d'iscrizione al Mondiale 2020 corredate dal pagamento della quota d'iscrizione. Se fino all'anno scorso il termine ultimo per presentare domanda e quota d'iscrizione era il 30 Novembre, quest'anno (vuoi anche la disputa dell'ultima gara il 1° Dicembre) il termine ultimo è stato prorogato fino al 10 Dicembre.

Una quota, quella prevista per l'iscrizione al Mondiale di Formula 1, che varia da squadra a squadra, in quanto è costituita non solo da una quota fissa stabilita dalla Federazione (salita per il 2020 a 556.509 dollari), ma anche da una quota variabile costituita da un certo valore in dollari da moltiplicare per il numero di punti conseguito da quella determinata scuderia nella Classifica Costruttori. Nella fattispecie: mentre il Campione del Mondo Costruttori dovrà pagare 6677 dollari per ogni punto conquistato nel Campionato Costruttori, gli altri team dovranno invece pagare 5563 dollari per ogni punto conquistato.

Una domanda che a questo punto tanti potranno porsi è: la quota d'iscrizione al Mondiale deve esser pagata in un'unica soluzione alla Fia? Dipende dalla data in cui viene presentata la domanda d'iscrizione al Mondiale (un documento in cui ogni singolo team deve indicare le informazioni relative alla società o compagnia che vuole iscrivere la propria scuderia al mondiale; il nome del costruttore che intende partecipare al Mondiale indicando il numero della licenza, il nome del telaio, il costruttore del motore, i nomi dei piloti e il numero della loro licenza, l'accettazione delle principali norme del Regolamento Sportivo, e la firma del responsabile della squadra. La Federazione aggiungerà infine il numero della Superlicenza dei due piloti indicati dal team).
Se la domanda di partecipazione al Mondiale viene presentata prima del 10 dicembre, la squadra dovrà presentare la quota fissa (556.509 dollari) assieme alla domanda, e la quota variabile entro il 10 Dicembre; se la domanda viene presentata lo stesso 10 Dicembre, allora il team dovrà versare sia la quota fissa che quella variabile in un'unica soluzione.

LE QUOTE D'ISCRIZIONE AL MONDIALE 2020.

Dopo queste considerazioni preliminari, possiamo finalmente presentare i dati relativi alle quote d'iscrizione al Mondiale 2020 che tutti i team hanno pagato nei giorni scorsi alla FIA.

 

SQUADRA QUOTA FISSA QUOTA VARIABILE
Mercedes $ 556.509 $ 4.934.303
Ferrari $ 556.509 $ 2.803.752
Red Bull $ 556.509 $ 2.319.771
McLaren $ 556.509 $ 806.635
Renault $ 556.509 $ 506.233
Toro Rosso $ 556.509 $ 472.855
Racing Point $ 556.509 $ 406.099
Alfa Romeo Racing $ 556.509 $ 317.091
Haas $ 556.509 $ 155.764
Williams $ 556.509 $ 5.563
Totale incassato dalla FIA $ 5.565.090 $ 12.728.066

 

Come possiamo vedere dalla tabella, la Mercedes, campione del mondo Costruttori grazie ai suoi 739 punti, per iscriversi al Mondiale 2020 di Formula 1 dovrà pagare la quota record di $ 5.490.812.
Cifre apparentemente considerevoli, compensate però dal premio normalmente maggiore destinato alla scuderia campione nella ripartizione della torta dei ricavi (rinnovi di contratti dei circuiti presenti in calendario; sponsor acquisiti, e diritti televisivi) conseguiti dalla Fom.

A questo punto andiamo a confrontare con questa ulteriore tabella le quote d'iscrizione al Mondiale F1 2020 sostenute dalle varie squadre con quelle versate un anno fa, per prender parte al Mondiale 2019, consapevoli però del fatto che sia la quota fissa (546.133 dollari) che quelle variabili (6553 dollari per punto per il Campione del mondo costruttori, 5459 dollari per punto per gli altri team) erano più basse rispetto a quelle pagate nei giorni scorsi.

 

SQUADRE QUOTA ISCRIZIONE 2020 QUOTA ISCRIZIONE 2019
Mercedes $ 5.490.812 $. 4.838.348
Ferrari $ 3.360.261 $. 3.663.222
Red Bull $ 2.876.280 $. 2.833.454
McLaren $ 1.363.144 $. 884.591
Renault $ 1.062.244 $. 1.212.131
Toro Rosso $ 1.029.364 $. 726.280
Racing Point $ 962.608 $. 830.001
Alfa Romeo Racing $ 873.600 $. 808.165
Haas $ 712.273 $.1.053.820
Williams $ 562.072 $584.346
Totale incassato dalla FIA $ 18.293.156 $.17.434.358

 

Osservando le due tabelle, è evidente la maggiore quota d'iscrizione che la Mercedes ha dovuto pagare nei giorni scorsi alla Federazione per iscrivere le proprie monoposto al prossimo Mondiale di F1 ($. 5.490.812 contro $. 4.838.348 pagati un anno fa) è dovuta sia al maggior numero di punti conquistati dal team tedesco rispetto a un anno fa, ma anche, come detto, all'aumento sia della quota fissa (passata dai 546.133 dollari del 2019 ai 556.509 dollari attuali), sia del coefficiente in dollari previsto per il team campione del mondo (passato dai 6553 dollari per punto del 2019 ai 6677 dollari per punto del 2020). La seconda quota d'iscrizione più alta al Mondiale di F1 si conferma essere quella della Ferrari, che però a differenza dello scorso anno ha pagato un po' meno, passando dai 3.663.222 dollari del 2019 ai 3.360.261 attuali. Leggermente più cara la quota d'iscrizione della Red Bull, che passa dai 2.833.454 dollari del 2019 ai 2.876.280 dollari attuali. Scorrendo la classifica, è ben evidente la crescita della quota d'iscrizione per McLaren ($. 1.363.144 contro $.884.591 della quota 2019),Toro Rosso ($. 1.029.364 contro $.726.280 della quota 2019) e Racing Point ($.962.608 contro $.830.001 della quota 2019). Più leggero l'aumento della quota d'iscrizione per l'Alfa Romeo Racing ($.873.600 contro $.808.165 della quota 2019).
In calo oltre alla quota d'iscrizione della Ferrari quelle di Renault ($.1.062.244 contro $.1.212.131 del 2019), Haas ($.712.273 contro $.1.053.820 del 2019) e della Williams ($.562.072 contro $. 584.346 del 2018).

Nonostante il numero di gare immutato negli ultimi due anni per via dell'aumento di quota fissa e del coefficiente in dollari della quota variabile aumenta, infine, anche il tesoretto che la Federazione incassa globalmente dalle squadre, che passa dai 17.434.358 dollari del 2019 ai 18.293.156 dollari previsti per il Mondiale 2020. Un tesoretto destinato ad aumentare nel 2021,in quanto il prossimo anno saranno 22 le corse previste contro le 21 corse disputate nel 2019.