Formula 1

La Formula 1 alla vigilia delle prove libere del Gp d'Australia

Poche ore, e si riparte. Con le prime sessioni di prove libere del Gp d'Australia (diretta questa notte dalle 2:30 alle 4, e dalle 6:30 alle 8 su SKY SPORT F1 HD; differita dalle 8:30 alle 10 e dalle 15 alle 16:30 su RAISPORT 1) scatta ufficialmente la 67° edizione del mondiale di Formula 1. Diverse le notizie giunte in queste ultimissime ore, che andiamo di seguito qui a riassumere. RENAULT, PRESENTATA LA NUOVA LIVREA. Nuova livrea Renault Dopo aver girato in occasione delle due sessioni di test precampionato con una livrea provvisoria di colore nero con alcuni tocchi di giallo, in Renault, in occasione del ritorno ufficiale in pista, si torna rigorosamente all'antico. Già martedì era stato diffuso in rete un video che ritraeva la RS 16 con una livrea gialla; ieri sono state diffuse le fotografie ufficiali della nuova livrea, che dunque sarà gialla con dei tocchi di nero per rendere omaggio anche alla prima RS 01, la prima Reanult a fare il suo esordio nel 1977 nel mondiale di Formula 1. ASTON MARTIN E IL RITORNO IN FORMULA 1. Red Bull Aston Martin bis Già a Gennaio era stata a un passo dal rientrare in Formula 1 come partner tecnico della Force India senza però riuscirci; questa volta vi rientrerà e per di più al fianco di un concorrente estremamente competitivo quale Red Bull. L'Aston Martin, dunque, torna in Formula 1, da cui mancava dal lontano 1960. Per ora come partner commerciale della Red Bull, con il celebre marchio inglese che comparirà sulla carrozzeria della scuderia austriaca, ma non è per niente escluso che l'accordo possa diciamo evolversi. Ufficialmente l'accordo tra le parti prevede il coinvolgimento del Direttore Tecnico della Red Bull, Adrian Newey, nella realizzazione di un'auto stradale con il marchio inglese che possa beneficiare dell'esperienza della scuderia di Milton Keynes in Formula 1 (nonché della elevatissima competenza di Newey, il quale collaborerà con il Direttore Tecnico della stessa Aston, Marek Reichman) al fine di poter garantire su strada delle elevatissime prestazioni. Siccome però l'accordo con Renault scade a fine anno, non è neanche escluso che la partnership con Aston Martin possa poi sfociare in ottica prossima stagione in una fornitura di motori Mercedes (la quale, lo ricordiamo, possiede il 5% proprio del costruttore inglese). LA FORMULA 1 E I GETTONI RIMASTI. Power Unit Mercedes Concludiamo con la tanto famigerata questione dei gettoni. Proprio pochissime ore fa la Federazione ha ufficializzato il numero dei gettoni utilizzati da ciascun motorista alla vigilia dell'esordio mondiale. A sorpresa la più spendacciona è risultata essere la Ferrari con 23 gettoni spesi, seguita da Mercedes (19); Honda (18) e Renault (7). Alla luce di questa situazione la scuderia di Maranello potrà contare solamente su 9 gettoni da qui a fine stagione; la Mercedes su 13; la Honda su 14 e infine la Renault su addirittura 25 gettoni. Una situazione, quella del motorista francese, che andrà ben osservata: prima di nascondersi nel secondo test pre-campionato, la Red Bull motorizzata Renault nel corso dei primi test aveva fortemente impressionato. Qualora così dovesse essere anche nel corso del Mondiale, questa gestione assai discutibile potrebbe tramutarsi in un grandissimo vantaggio. In caso contrario, prepariamoci fin da subito ad assistere a un durissimo duello tra Mercedes e Ferrari. Al momento non è stato ancora possibile capire quanto sia il distacco tra le due monoposto ,e quanto rispetto alla scorsa stagione sia sceso o meno a causa della pretattica messa a punto dal team campione del modo durante i test. Più volte però nei giorni scorsi la scuderia tedesca non ha mancato di tessere le lodi dell'avversario italiano, sottolineando quanto la nuova SF 16-H fosse vicina alla loro monoposto, quanto fosse nettamente vicina alla loro, e, come ribadito questa mattina nella tradizionale Conferenza Stampa del Giovedì dal campione del mondo Lewis Hamilton, quanto la Ferrari fosse molto più vicina alla Mercedes di quanto dicano. La solita proverbiale pretattica dei campioni del mondo o la pura verità? Ancora poche ore e lo sapremo. Rüdiger Franz Gaetano Herberhold Twitter: @ruggero81