Formula 1

Monoposto F1 2016: la Williams FW 38

Ti aspetti la Ferrari, sbuca a sorpresa la Williams. Nella giornata che vedrà alle 14 la presentazione on line della nuova Ferrari è uscita infatti a sorpresa su Internet la presentazione della nuova monoposto della scuderia di Grove, con due immagini raffiguranti la FW 38. A dire il vero, secondo il calendario iniziale la monoposto doveva venir presentata lunedì mattina poco prima dell'avvio della prima sessione di test pre-campionato a Barcellona, ma, vuoi il filming day in programma oggi sul circuito di Silverstone assieme alla Mercedes, vuoi la contemporanea presentazione lunedì mattina di Force India, Haas e Manor, è stato deciso di anticipare a stamani la presentazione pubblicando on line due foto della nuova macchina. Williams FW 38 laterale A vedere le immagini, la FW 38 sembra una evoluzione della monoposto dello scorso anno: l'ala anteriore è perfettamente identica rispetto a quella dello scorso anno, come anche le linee generali della monoposto sembrano perfettamente ricalcare la FW 37. Uniche differenze visibili dalle immagini, in attesa poi di vederla in pista: sembrano più alte le protezioni poste ai lati della testa del pilota presumibilmente per motivi di sicurezza; confrontandola con la FW 37 sembra cambiata la geometria della sospensioni, più strette e abbassate al fine di garantire un miglior grip aerodinamico, le pance di riscaldamento della monoposto rispetto a quelle più squadrate e quasi di forma triangolare presenti sulla monoposto dello scorso anno, ora appaiono decisamente più arrotondate, come anche più piccole di dimensione. Presente il monopilone dell'ala posteriore, assente almeno all'inizio dalla FW 37, non riusciamo a visualizzare il monkey seat. Anche in questo caso le immagini in pista della monoposto lunedì ci daranno maggiori indicazioni. Quello che invece riusciamo a vedere dalle due sole foto pubblicate alla Williams è sicuramente una parte posteriore della vettura decisamente più rastremata rispetto allo scorso anno. Una scelta da tenere abbastanza ben d'occhio, in quanto la rivedremo anche in altre monoposto quest'anno. A cominciare dalla Ferrari ma anche si dice sulla Mercedes. La scelta di rastremare la parte posteriore della vettura se da una parte nasce per poter sfruttare al meglio la potenza del motore anche a costo, se mal progettato, di avere dei problemi di surriscaldamento, dall'altra parte consente di avere dei notevoli vantaggi aerodinamici avendo un flusso decisamente migliore. Da precisare come le soluzioni adottate per il momento sulla Williams siano da considerarsi provvisorie: come quasi sempre accade, è durante le sessioni di test pre-campionato che vengono sviluppati principalmente i pacchetti evolutivi destinati per il campionato, per cui aspettiamoci quasi sicuramente di vedere a Melbourne una monoposto un po' diversa rispetto a quella qui mostrata. L'obiettivo della scuderia di Grove da una parte è quello di confermare la terza posizione in campionato Costruttori conquistata lo scorso anno, dall'altra recuperare il gap nei confronti di Ferrari per andare così a giocarsela con la Mercedes. Come sempre si dice in questi casi, sarà solo la pista a valutare il tutto. Rüdiger Franz Gaetano Herberhold Twitter: @ruggero81