Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

Radu, decisivo al contrario

Radu, decisivo al contrario

RADU (Inter/Cremonese) – «Nessuno è perfetto, può capitare a tutti un errore del genere. L’importante è reagire fin da subito e farsi trovare pronti. Ci può stare che succedano queste cose»

Redazione

27 dicembre

  • Link copiato

L’utopia può trasformarsi in realtà? Certo che sì. Una partita e un gol: mai nessuno decisivo come lui (o quasi): Giancarlo Alessandrelli ne prese 3 in meno di una partita, ma non era in gioco uno Scudetto. È proprio lui, Ionut Radu, il personaggio del calcio mondiale più influente della stagione appena trascorsa, l’Uomo Scudetto, in grado di decidere in mezzo secondo (con una giocata da biliardo contro il Bologna) le sorti di un’intera stagione e di mandare in estasi i tifosi rossoneri i quali hanno potuto così canzonare – nella maniera più umiliante e mortificante possibile – la banda dei cugini nerazzurri. Eppure l’agente di Radu Oscar Damiani qualche mese fa aveva stupito tutti: “In futuro Radu potrebbe essere titolare nell’Inter”. Apriti cielo! Insomma, un vero e proprio miracolo d

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 2,99 € 4,50

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi