Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

La Germania di Uwe Seeler

La Germania di Uwe Seeler

È morto a 86 uno dei calciatori tedeschi più forti e amati di sempre, protagonista in 4 edizioni del Mondiale e bandiera dell'Amburgo. Da ricordare non soltanto per i gol...

Stefano Olivari

23 luglio

  • Link copiato

In una vita fortunata la sfortuna di Uwe Seeler è stata quella di non avere vinto un Mondiale, nonostante con la maglia della Germania Ovest ne abbia giocati quattro da protagonista: quarto nel 1958 in Svezia, nei quarti di finale nel 1962 in Cile, finalista nel 1966 in Inghilterra nella partita decisa dal non gol di Hurst e terzo nel 1970 in Messico, dopo essere stato in campo nella leggendaria semifinale con ltalia, per l'eternità Italia-Germania 4-3. Di pochissimo mancò, da diciottenne, il vittorioso Mondiale 1954: Herberger lo teneva in grande considerazione, ma lo fece esordire soltanto pochi mesi dopo il Miracolo di Berna. Mentre quando Beckenbauer, Gerd Müller e compagni alzarono la coppa nel 1974 lui si era già ritirato da due anni dopo

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi