Giornale di critica e di politica sportiva fondato nel 1912

La differenza di Immobile© Getty Images

La differenza di Immobile

La Lazio è già al prossimo turno di Europa League, con possibilità di andare direttamente agli ottavi. Con il suo giocatore simbolo è un'altra cosa...

Redazione

26 novembre

  • Link copiato

Ciro Immobile si nota quando c'è e soprattiutto quando non c'è: la Lazio e la Nazionale se ne sono accorte in maniera concreta. E non è un caso che la firma sul passaggio del turno della squadra di Sarri sia stata messa da lui, con una doppietta su rigore nel 3-0 in casa della Lokomotiv Mosca. Anche se la Lazio per sembrare brillante ha dovuto aspettare l'ingresso di Pedro, suo il terzo gol, al posto di uno spento Felipe Anderson.

Non solo qualificazione, ma anche possibilità di chiudere il girone da primi battendo fra due settimane il Galatasaray, ora primo in classifica, all'Olimpico: vorrebbe dire, in pratica, risparmiarsi due partite di spareggio a febbraio con una delle terze dei gironi di Champions e ripartire a marzo direttamente agli ottavi. Una gioia per Sarri, ultimame

Abbonati per continuare a leggere

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. Hai letto tutti gli articoli gratis del mese, non smettere di leggere e attiva l’offerta, tanti contenuti con un unico abbonamento.

Abbonati a € 0,99 € 2,99 al mese

Abbonati ora

Commenti

Leggi Guerin Sportivo
su tutti i tuoi dispositivi