Calcio Internazionale

Italia campione d'Europa in tre anni

© Getty Images

La Nazionale di Mancini ha conquistato Euro 2020 battendo l'Inghilterra ai calci di rigore: un'impresa quasi incredibile, considerando la situazione del 2018...

L'Italia di Roberto Mancini ha vinto Euro 2020 battendo ai calci di rigore l'Inghilterra sostanziale padrona di casa, perché anche se la manifestazione era itinerante il marchio inglese e di Wembley, dove la squadra di Southgate ha giocato tutte le partite tranne una, era chiarissimo. 53 anni dopo l'Europeo vinto dalla Nazionale di Valcareggi, 41 dopo il quarto posto di Bearzot, 33 dopo il terzo di Vicini, 21 dopo la finale di Zoff e 9 dopo quella di Prandelli, per citare i migliori piazzamenti nella storia della manifestazione. Anche a caldo la portata storica dell'impresa è evidente, senza inerpicarsi in confronti fra epoche calcistiche troppo diverse. 

Certo è che l'ultima nazionale ospitante ad aggiudicarsi l'Europeo è lontanissima nel tempo, essendo la Francia che nel 1984 il miglior Platini di sempre trascinò alla vittoria. Da allora delusioni, a volte con tanti complimenti come sta accadendo all'Inghilterra: Germania Ovest 1988, Svezia 1992, Inghilterra 1996, Olanda-Belgio 2000, Portogallo 2004, Austria-Svizzera 20008, Polonia-Ucraina 2012, Francia 2016 e adesso, sia pure con l'asterisco, di nuovo Inghilterra. Il tempo dell'analisi sarà più avanti, per adesso in mezzo ai festeggiamenti troviamo giusto ricordare da dove Mancini è partito, prendendo in mano una squadra eliminata nelle qualificazioni per il Mondiale in Russia.

28 maggio 2018, amichevole con l'Arabia Saudita: Donnarumma in porta, Zappacosta, Bonucci, Romagnoli e Criscito in difesa, Pellegrini, Jorginho e Florenzi a centrocampo, Politano, Balotelli e Insigne in attacco. Ovviamente in tre anni tante cose sono cambiate e Mancini ha modificato le sue scelte, però colpisce il fatto che l'asse della squadra, Donnarumma-Bonucci-Jorginho-Insigne, fosse già quello degli Europei.