Calcio Internazionale

La fine della Coppa America

© Getty Images

Il torneo sudamericano dopo la rinuncia dell'Argentina, organizzatore designato insieme alla Colombia, è stato riassegnato dalla CONMEBOL. Perché al di là del Covid fermarsi sarebbe un disastro commerciale...

La Coppa America si giocherà alla fine in Brasile. Forse. Rimandata, rispetto alla prevista data del 2020, per il Covid, la quarantasettesima edizione della competizione sudamericana è stata riassegnata dalla CONMEBOL il giorno dopo la clamorosa rinuncia dell'Argentina ad un evento che dovrebbe (bisogna fare abuso di condizionali) iniziare il 13 giugno e terminare il 10 luglio. Il presidente della CONMEBOL Alejandro Dominguez ha quindi scaricato questo onere sulla nazione che fra l'altro è detentrice del trofeo, avendolo vinto nel 2019 proprio in Brasile. 

L'Argentina, che avrebbe dovuto ospitare il torneo insieme alla Colombia (pandemia a parte, le organizzazioni congiunte hanno sempre qualcosa di artificioso), si è ritirata a causa dell'aumento dei morti e dei contagi da Covid, in una situazione che pare fuori controllo. Quanto alla Colombia, aveva chiesto un rinvio a causa dei disordini nel paese ma le è stato rifiutato. Il tassametro della CONMEBOL, che da ogni edizione ha introiti intorno ai 120 milioni di euro, deve sempre girare e certe logiche non sembrano così diverse da quelle dei dirigenti che poco tempo fa hanno avuto a che fare con l'FBI. Un mondo raccontato benissimo dalla serie televisiva El Presidente...

Ma al di là del calcio, perché il Brasile dovrebbe cavarsela meglio dell'Argentina? Quasi mezzo milione di persone morte di Covid, anche se la curva dei contagi sembra migliore rispetto a quella degli eterni rivali. Di sicuro questa Coppa America improvvisata va a sovrapporsi alle qualificazioni mondiali, sempre con gli stessi interpreti, visto che ci sono da recuperare le due partite non disputate a marzo. Per dire della serietà del tutto, nella sua versione per così dire prevista la Coppa America 2021 avrebbe dovuto essere a 12 squadre e non a 10 come appunto le nazioni CONMEBOL. Non certo una novità, quella di inviti ad altri continenti, ma a questo giro Australia e Qatar si sono chiamate fuori. 

L'unica buona notizia per i calciatori e gli appassionati che detestano questa inflazione di partite è che dalla prossima edizione, quindi dal 2024, la cadenza della Copa America diventerà quadriennale come quella dell'Europeo. Anche se la storia della manifestazione dice che si è sembre cambiato e la cadenza è stata annuale, biennale, triennale, quadriennale o indefinita, secondo le logiche commerciali del momento.