Calcio Internazionale

La maglia numero 7 di Cavani

© Getty Images

La grande prestazione dell'uruguayano contro la Roma è arrivata al termine di un anno per lui complicato, il primo e forse ultimo al Manchester United. Ma i lampi di classe si possono vedere anche a 34 anni...

La grande partita giocata contro la Roma nell'andata della semifinale di Europa League, decisivo con 2 gol segnati in prima persona e 3 fatti segnare ai compagni nel 6-2 finale per il Manchester United, ha ricordato non solo ai suoi tanti tifosi italiani che a 34 anni Edinson Cavani è ancora un attaccante di grande livello, pur essendo un ricordo certi suoi scatti brucianti che ne hanno fatto uno dei migliori contropiedisti nella storia recente del calcio. Quelli dell'Old Trafford sono stati gli ultimi, per il momento, gol di una storia europea iniziata addirittura 14 anni fa, nella allora Coppa UEFA, con il Palermo allenato da Colantuono, che in campo oltre a Cavani schierava Barzagli, Fabio Simplicio, Bresciano, Amauri... Quella squadra uscì al primo turno contro il Mlada Boleslav, ma la carriera del ventenne Cavani sarebbe poi esplosa nello stesso Palermo, nel Napoli e Nel Paris Saint-Germain dove arrivò nel 2013 per 64 milioni di euro. Uno dei migliori affari della vita di De Laurentiis, che nel 2010 lo aveva preso dal Palermo per 17 milioni. Fra il coronavirus, quando ancora era nel PSG, e vari infortuni muscolari questa prima e forse unica stagione di Cavani in Inghilterra non può dirsi memorabile, ma l'uruguayano continua ad avere mercato e ad essere convocato da Tabarez in nazionale pur essendoci in Uruguay attaccanti giovani più che buoni, come Nunez del Benfica, Maxi Gomez del Valencia e altri, senza contare che il 'gemello' Luis Suarez è ancora in pista. Va detto che al Manchester United non è stato subito titolare, visto che Solskjaer lo riteneva un'alternativa a Rashford come punta centrale: adesso che Rashford gioca stabilmente come attaccante esterno Cavani è diventato indiscutibile. Indossando oltretutto una maglia che allo United è pesantissima, la numero 7. La stessa di George Best, Steve Coppell, Bryan Robson, Eric Cantona, David Beckham, Cristiano Ronaldo.... Cavani non sarà mai nel cuore dei tifosi dei Red Devils come i giocatori citati, ma sta sicuramente onorando la maglia.